Ingredienti per 4 persone:
400 g di riso Venere
16 code di mazzancolle sgusciate
½ cipolla bianca
200 g di pomodorini datterini
basilico
olio extravergine d’oliva

In tegame lessate il riso in acqua salata. Il riso Venere necessita di una cottura prolungata che può variare dai 20 ai 60 minuti; leggette attentamente il tempo di cottura sulla confezione e scolate il riso al dente. Fatelo freddare. In una padella dorate la cipolla con un filo d’olio e unite le code di mazzancolle. Cuocete a fuoco vivo il pesce girando le code non appena il colore diventa rosa. Aggiungete un po’ di acqua durante la cottura per non far asciugare troppo il fondo. Lavate i pomodorini e divideteli in due metà; condite con abbondante olio e basilico. Unite gamberi, pomodorini e riso in una terrina e mescolate bene. Completate l’insalata con un giro d’olio extravergine: utilizzate preferibilmente un olio fruttato forte con una buona piccantezza.

La curiosità
Il riso Venere è un riso integrale, da qui il suo colore quasi nero con un gusto particolarmente tostato e profumato. Originario della Cina dove fino all’ottocento veniva coltivato solo per l’Imperatore e la sua corte, il riso venere viene oggi coltivato in alcune zone della Pianura Padana.
Il suo nome, dedicato alla Dea dell’Amore, deriva dal fatto che nell’antica Cina veniva considerato altamente afrodisiaco.

L’abbinamento

Abbinate a questo piatto un vino bianco fresco come un Offida Passerina Doc.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 5.508 volte, 1 oggi)