SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Incidente in mare giovedì all’alba, di seguito la nota ufficiale della Capitaneria di Porto che illustra i contorni della vicenda:

“Poco dopo le 5 odierne si è verificata, a circa 13 miglia dalla costa nelle acque prospicienti il litorale di Porto San Giorgio, una collisione tra il Motopesca Falco Pescatore, facente base nel porto di San Benedetto del Tronto, e la Motocisterna Tigullio, adibita al trasporto di gasolio, diretta a Pescara.
L’allarme presso la sala operativa della Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto è scattato alle ore 05.10 quando è stata ricevuta sul canale 16 VHF, riservato alle chiamate per emergenze in mare, una richiesta di soccorso formulata dal Motopesca Falco Pescatore (lungo 26 metri per 100 tonnellate di stazza lorda), iscritto al n.SB566 dei Registri tenuti dalla stessa Capitaneria di Porto con la quale veniva segnalata l’avvenuta collisione con un’unità da traffico.
Veniva disposto l’immediato intervento in zona della dipendente unità navale SAR CP 843 nonché della M/V CP 538 facente base a Porto San Giorgio. A seguito della collisione il motopesca affondava repentinamente per i gravi danni riportati allo scafo. I sei membri dell’equipaggio presenti a bordo venivano soccorsi dal M/P Audace presente in zona e trasbordati sulla Motovedetta CP843 che procedeva per il rientro verso il Porto di San Benedetto del Tronto.
La M/N Tigullio (lunga 123 metri) rimaneva nella zona del sinistro per prestare assistenza. La stessa non risulta aver riportato alcun danno allo scafo. Il M/P Falco Pescatore è affondato con a bordo circa 6000 litri di gasolio. Dalle verifiche effettuate in loco dalle unità navali intervenute e dalle perlustrazioni aeree, eseguite in zona dal velivolo Manta 10-03 del Nucleo Aereo-Guardia Costiera di Pescara, non sono emersi fenomeni di inquinamento in atto.
I membri di equipaggio, di nazionalità italiana, in buono stato di salute, arrivati in porto sono stati accompagnati presso gli Uffici della Capitaneria di Porto per gli accertamenti di rito correlati all’espletamento dell’inchiesta sommaria.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.172 volte, 1 oggi)