GROTTAMMARE – “Anche se il mio scrivere fosse un segno nell’acqua o nel cielo è luce di vita al mio giorno”. Questa è la frase scelta, del poeta “Mario Rivosecchi”(nasce a Grottammare nel 1894), per pubblicizzare la seconda edizione, in vista delle premiazioni, del concorso nazionale di poesia “Città di Grottammare” organizzato dall’associazione culturale Pelasgo 968. Il concorso è patrocinato dal Comune di Grottammare, dalla Provincia di Ascoli Piceno e dalla Regione Marche e supportato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno.

“Questa è la seconda edizione di un’importante iniziativa, perché sancisce un vero e proprio movimento culturale che è quello di chi esprime i propri sentimenti attraverso la parola scritta – ha affermato l’assessore alla Cultura Enrico Piergallini – un premio che dà spazio alla poesia, qui a Grottammare, non può che dare lustro alla nostra città. Noi come amministrazione abbiamo fatto pochissimo, abbiamo concesso solo gli spazi per far sì che vi sia la premiazione, il resto è tutto merito degli organizzatori”. Sono 200 i partecipanti selezionati, di cui tre stranieri. I vincitori delle tre sezioni, lingua, dialetto e poesia in metrica, sono stati individuati da una giuria tecnica di cui fanno parte: Giovanni Di Girolamo, poeta scrittore e critico letterario, Roberto Mestrone, poeta e scrittore, Fulvia Marconi, poetessa, Maria Rizzi, poetessa e scrittrice, Lucilio Santoni, poeta e regista cinematografico.

La presentazione dei vincitori si terrà sabato 7 maggio 2011, dalle ore 16, presso la sala Kursaal del Comune di Grottammare. L’iniziativa è accessibile alle persone diversamente abili. Intervenuto durante l’incontro con la stampa, il presidente dell’associazione Pelago 968, Danilo Gabrielli: “Questo concorso per noi è stato una vera sorpresa. Ha raggiunto un grande successo e non possiamo che essere felici per quest’importante traguardo. I consensi di partecipazione sono aumentati e questo è un segnale importante”. Il presidente del concorso, “Città di Grottammare” Giovanni Di Girolamo ha inoltre affermato che “Il livello poetico dei partecipanti nella cittadina di Grottammare è altissimo. Presto ci saranno nuove iniziative, come la costituzione di un giornale news, di carattere culturale, dell’associazione Pelasgo 968”. L’incontro si è concluso con il saluto alla professoressa Bruna Mistichelli, scomparsa da pochi giorni, da parte del responsabile culturale del concorso Giuseppe Gabrielli: “Voglio salutarla perchè è anche grazie a lei che apprezzo la letteratura”.

Per info: www.pelasgo968.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 457 volte, 1 oggi)