SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Benito Rossi risponde a Pierluigi Tassotti, protagonista di un’aspra critica nei confronti dell’ex alleato Domenico Martinelli e di tutto il Nuovo Polo. Non erano mancate nel merito anche alcune punzecchiature all’esponente di Futuro e Liberta che ne approfitta per puntualizzare: “Le accuse nei miei confronti da parte del candidato Pdl dopo 5 anni sono prive di fondamento mentre le sue responsabilità sono ben più tangibili già solo per il fatto di essere vicino al candidato Piunti invece che essere vicino a Martinelli. Pertanto la sciocca analisi politica dell’ex assessore allo Sport pone in maniera superficiale questioni politiche che videro come attori tutti quei consiglieri ed assessori che lasciarono Forza Italia determinando seri problemi alla gestione amministrativa”.

Conclude Rossi: “Oggi si registra da parte dell’ex sindaco una scelta chiara e decisa. Le parole di Tassotti lasciano il tempo che trovano. Pertanto, ad ogni buon conto, in assenza di argomentazioni che interessano ai cittadini da parte del Pdl rimettiamo al mittente le accuse a dimostrazione che l’unico alleato di Gaspari è Gabrielli”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 172 volte, 1 oggi)