SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Doppia mazzata del Tribunale Amministrativo Regionale nei confronti di Bruno Gabrielli. Bocciati nel tardo pomeriggio di venerdì entrambi i ricorsi riguardanti le liste Giovani per San Benedetto e La Destra-Noi Centro, collegate al candidato sindaco del Pdl.

Una sentenza inaspettata, almeno in parte, considerato che per la lista dei Giovani si respirava un cauto ottimismo: “Siamo di fronte ad un errore di trascrizione totalmente ininfluente”, garantiva pochi giorni fa il legale Jacopo Bartolomei. Discorso diverso invece per La Destra-Noi Centro, su cui aveva fatto capolino fin dal principio qualche nube in più.

Alle prossime elezioni il Popolo della Libertà potrà quindi contare solamente sul supporto della Lega e della civica San Benedetto Nuova. A meno che il centrodestra non decida di proseguire la battaglia, con direzione Consiglio di Stato. “Sabato ci riuniremo e valuteremo il da farsi”, commenta Gabrielli a Rivieraoggi.it. “Non sappiamo ancora le motivazioni della sentenza, che comunque non vanno commentate, ma semmai impugnate”.

L’amara Pasqua tuttavia pare non abbattere i berlusconiani: “Siamo fortemente motivati, anzi siamo più convinti di prima. La bontà e la forza degli uomini non si misura col numero dei movimenti a sostegno, ma dai programmi che si presentano”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 733 volte, 1 oggi)