ACQUAVIVA PICENA – Altro che allucinazioni, l’Asur ci vede benissimo. Dopo un accurato controllo, l’azienda sanitaria ha deciso per la chiusura immediata della scuola materna Adolfo De Carolis che già un mese fa aveva subito un analogo stop precauzionale ad opera del Comune.

Stavolta però non si tratta di due giorni, bensì di un blocco prolungato sino al 2 maggio, reso più morbido dalle imminenti vacanze pasquali che terranno per forza di cose gli scolari a casa.

Evidentemente non ci troviamo di fronte ad un ennesimo “eccesso di zelo”, come affermò l’assessore alle Politiche Sociali Francesco Sgariglia all’indomani del primo avvistamento di un topo a scuola. Trattasi al contrario di un “urgente provvedimento di sospensione delle attività del plesso scolastico, fino al ripristino delle condizioni di legge”.

“Occorre immediatamente – si legge ancora nell’ordinanza firmata dal sindaco Infriccioli – provvedere ad effettuare gli interventi di competenza al fine di garantire la regolare fruibilità del plesso scolastico nel rispetto della vigente normativa in materia”.

Assecondate dunque le denunce delle mamme degli alunni che, poco convinte dalle rassicurazioni dei giorni scorsi, si erano autonomamente mobilitate per ottenere risposte certe e chiare delucidazioni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 746 volte, 1 oggi)