CUPRA MARITTIMA – Da anni il Comune di Cupra in collaborazione con l’Unitalsi mette a disposizione degli anziani e dei malati il servizio di trasporto gratuito. Maurizio Virgulti, funzionario comunale, attraverso una nota inviata a Rivieraoggi vuole elogiare quanto si sta realizzando in questo campo, ricordando di essere anche lui tra i fautori.

“Il servizio in questione – dice Virgulti – esiste dal 2000, ed è iniziato grazie alla famiglia Ciccarelli che a suo tempo donò al Comune un Fiat Ducato a nove posti da adibire ai servizi sociali. Si proseguì tramite l’Auser con Franco di Giacomo coadiuvato dai ragazzi del servizio civile obiettori di coscienza. Nel 2007 poi, su mia proposta, è stata stipulata una convenzione tra il Comune e l’Unitalsi, riuscendo anche a concedere un simbolico rimborso spese ai volontari che si sono resi disponibili come autisti”.

Prosegue il funzionario: “Il trasporto, a secondo della quota Isee, è gratuito o prevede una simbolica partecipazione di spesa, ed è prioritariamente riservato ai portatori di handicap, inabili, anziani parzialmente non autosufficienti, pensionati e comunque cittadini bisognosi che siano impossibilitati ad usare mezzi propri o pubblici o che abbiano necessità di trasporto per esigenze sanitarie, terapeutiche, riabilitative, scolastiche o per soddisfare altre fondamentali esigenze della vita quotidiana”.

Virgulti ci fornisce anche qualche dato: “Lo scorso anno sono stati effettuati ben 700 servizi con varie motivazioni e destinazioni: la Lega del Filo d’oro di Osimo, l’Ospedale civile di San Benedetto e di Ascoli, le cliniche Villa Anna e Stella Maris, il Poliambulatorio Asur di San Benedetto, varie cliniche del circondario sino a Villa Serena di Pescara e Torrette di Ancona, centri specializzati e studi di medici specialisti e fisioterapisti, ecc”.

“Senza dimenticare che esistono inoltre – aggiunge ancora – dei servizi fissi e cioè il trasporto degli anziani della casa di riposo, il bus navetta dal paese alto al centro e per le contrade Sant’Andrea, Boccabianca e per il cimitero. Tutto ciò è stato possibile anche grazie alla donazione di auto da parte di privati e alla collaborazione della Croce Verde e della Croce Rossa. Un ringraziamento particolare va all’Unitalsi di Cupra, rappresentata da Fortunato Amabili e Sergio Provezza che hanno effettuato diversi viaggi anche con i propri mezzi e mettendo a disposizione i propri volontari come Franco Di Giacomo, Guerrino Calvaresi, Ennio Perozzi, Sergio Muzzi, Vincenzo Pasquali, Giuseppe Paparusso”.

“Per usufruire del servizio – conclude Virgulti – basta recarsi in Comune e compilare il modulo di domanda con gli allegati del caso: ovviamente, essendo un servizio basato sul volontariato, non vi è la certezza del buon esito e per questo si auspica che il numero di volontari possa aumentare. Mi auguro che questo esempio di collaborazione tra enti ed associazioni di volontariato possa ulteriormente svilupparsi.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 204 volte, 1 oggi)