SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tre sono gli elementi di approfondimento di cui lo scrivente si è pubblicamente incaricato di adempiere con una dichiarazione al termine della puntata di YouRiviera con il sindaco Giovanni Gaspari. Perché è giusto arrivare il più prossimi possibile alla verità, e ad eventuali errori, omissioni o umane impossibilità, è corretto rimediare o, meglio ancora, approfondire con documentazioni e dichiarazioni.
Ricapitoliamo:
a) questione risparmio dal taglio dei dirigenti: il candidato del Pdl e del centrodestra Bruno Gabrielli, durante la puntata di YouRiviera che lo ha visto protagonista, ha ribadito di stimare una riduzione dei costi per i dirigenti a tempo determinato pari a 360 mila euro, portando il numero di dirigenti dagli attuali otto (più il segretario generale) a tre. Il denaro verrebbe investito per contrarre parte del mutuo per fare il nuovo lungomare nord.
b) questione bilancio comunale: a partire dalle considerazioni del consigliere comunale di Fli Giorgio De Vecchis, riportare la risposta del sindaco;
c) Unione dei Comuni: fallimento o successo?

A queste aggiungerei una verifica del programma di mandato realizzata dall’ufficio di Pianificazione Strategica “che effettua questo compito giornalmente” come ci ha ricordato il sindaco Gaspari. Anche perché è il modo migliore di implementare il sistema di verifica Wiki, al quale sto e stiamo lavorando anche grazie all’aiuto di lettori volontari, con il quale sempre più l’attività amministrativa sarà controllata e verificata pubblicamente.

Iniziamo dal punto a), che è anche il più semplice. Al di là del merito o meno (questo lo lasciamo alla dialettica dei candidati), Gaspari ha risposto così alla proposta di Gabrielli: “I nostri dirigenti non sono esterni, ma dipendenti comunali. Qualora non fossero più dirigenti, resterebbero nella pianta organica, e quindi il risparmio non sarebbe su tutto il loro stipendio lordo ma soltanto sulla differenza. Basta una calcolatrice”.

Per i dirigenti la legge ora impone che gli stipendi siano pubblicati on line: eccoli. I due dirigenti a tempo indeterminato sono De Berardinis del settore Appalti e Contratti e Rosati di Innovazione e Servizi al Cittadino. La somma lorda degli stipendi dei cinque dirigenti a tempo determinato (Brancadori, Polidori, D’Angeli, De Santis, Coccia) è stata di 374.909 euro, per una media di 74.981 euro cadauno.

Non abbiamo, come per i dirigenti, gli stipendi lordi dei direttori, tuttavia da nostre informazioni ci si aggira su uno stipendio lordo di 35 mila euro annui (nel caso questi dati non fossero veritieri, preghiamo il candidato Gabrielli di aiutarci nella precisazione). Quindi cinque direttori prenderebbero circa 175 mila euro lordi annue, per un risparmio di circa 200 mila euro annue. Una cifra comunque cospicua ma di quasi la metà rispetto ai 360 mila euro di cui parlava Gabrielli (minuto 45 di YouRiviera, clicca qui): “C’è una legge introdotta da Brunetta, ancora disattesa dal nostro Comune, che fa sì che per quanto riguarda i dirigenti previsti in pianta organica, quelli che a tempo indeterminato possono essere previsti solo in una certa misura, che non ecceda il 10% della pianta organica del comune. Noi nella nostra pianta organica abbiamo 8 dirigenti, quindi parliamo di un solo dirigente. Dato per assodato che noi abbiamo due dirigenti fissi, noi potremmo inserire un altro dirigente che non può essere preso nella stessa macchina burocratica del comune ma attraverso un concorso. In tutto, quindi, possiamo avere 3 dirigenti, anziché 8, il che produce un risparmio di 360 mila euro, col quale si può accendere un mutuo trentennale di 6-7 milioni di euro, anche se il lungomare nord ha un costo più alto. Una stima approssimativa parla di 10 milioni di euro”.

Dai 200 mila risparmiati, dunque, dovrebbero essere detratti, nel caso di concorso con assunzione di un dirigente esterno, circa 70-80 mila euro. Il che ridurrebbe ulteriormente il risparmio. Naturalmente se i nostri calcoli non corrispondono, all’ingrosso, a verità, daremo modo a Gabrielli (o a Gaspari) di specificarli nel dettaglio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 444 volte, 1 oggi)