Ingredienti per 4 persone

1 coda di rospo da 1 kg
8 patate medie
10 pomodorini
½ limone
1 rametto di timo
½ cipolla
1 spicchio d’aglio
Pan grattato
1 bicchiere di vino bianco
Sale, pepe nero

Sbollentate le patate in acqua salata per 5 minuti. Scolatele e conditele con olio, sale e aglio. Pulite la coda di rospo eliminandone la pelle (basta tirarla dalla testa verso la coda, si sfila come una calza) e la pinna sul dorso. Massaggiate il pesce con un’emulsione di olio, sale e pepe nero. Foderate una pirofila (abbastanza grande per contenere anche le patate) con carta da forno e bagnatela con il vino bianco. Sul fondo distribuite i pomodorini, le olive e la cipolla tagliata a fettine. Aggiungete la coda di rospo, poggiate poggerete il rametto di timo e spremte il succo del limone. Unite le patate già condite e completate il tutto con una presa di pangrattato. Infornate a 180° per 25-30 minuti. Quando la carne si spezza affondandovi la forchetta la coda è pronta (se si sfalda è troppo cotta). Togliete la lisca centrale del pesce e dividetelo in quattro porzioni. Servitelo accompagnato dalle patate e irrorato dal sugo di cottura.

L’abbinamento
Una locale Passerina DOC si abbina bene con la delicatezza della coda di rospo sostenendone la sapidità del condimento.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 13.153 volte, 1 oggi)