SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo mesi di fremente attesa il Madonna del Soccorso ha finalmente il suo primario di Chirurgia. Quarantenne, originario di Castignano ma affermatosi ad Ancona, Walter Siquini si è insediato ufficialmente lo scorso 1° aprile, nonostante fosse già in carica da qualche settimana.

“Per me è un ritorno a casa” ha dichiarato Siquini. “Qui c’è la competenza per fare ciò che si fa fuori, possiamo ottenere grandi risultati. Voglio recuperare quelle persone che sono costrette all’esodo in altri ospedali per mancanza di offerte. Ho trovato una buona accoglienza, la voglia e l’entusiasmo di fare cose nuove. Era ciò che speravo, ma non me l’aspettavo dato che avevo percepito voci differenti prima di arrivare”.

Specialista in chirurgia oncologica e senologica, il neo-primario è reduce da una lunga e stimata esperienza alle Torrette: “Lo abbiamo scelto per la sua capacità professionale, per la sua esperienza maturata e per la sua giovane età, che noi consideriamo un investimento”, ha spiegato il manager dell’Asur 12, Antonio Maria Novelli, che ha poi annunciato: “Vogliamo candidarci in alcuni percorsi ad essere dei referenti volti alla risoluzione dei problemi. Siamo molto ambiziosi ed io ci ho voluto mettere la faccia”.

GLI ALTRI PRIMARI “Le prossime nomine sono dietro l’angolo – ha precisato ancora Novelli – siamo alla fase finale. Stiamo aspettando le ultime coordinate, ma alcuni di questi primari andranno in Area Vasta. La priorità resta Cardiologia, che si sbilancerà verso Ascoli. Mentre Neurologia e Gastroenterologia rimarranno a San Benedetto”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.862 volte, 3 oggi)