GROTTAMMAR E-  Tragedia sfiorata per un soffio. Erano da poco passate le 21:30 di giovedì14 aprile quando, in un appartamento di Grottammare, padre e figlio hanno litigato per motivi famigliari. Poi, preso da un raptus il padre 77enne afferra un coltello e si avventa sul figlio 30enne menando fendenti. Uno di questi lo colpisce alla gola.

Il ferito è scappato in strada tenendosi una mano al collo dal quale fuoriesce una vistosa quantità di sangue. A questo punto alcuni vicini, che avevano sentito le grida del litigio, hanno telefonato al 118 che è accorso sul posto e soccorso il giovane poi condotto all’ospedale Civile dove, per fortuna, gli è stata riscontrata una lieve lesione, guaribile in pochi giorni di prognosi.

Nel frattempo sul posto erano giunti anche i Carabinieri di Grottammare che hanno denunciato a piede libero il genitore. Sarà poi il magistrato di turno a definire le modalità dell’imputazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.104 volte, 1 oggi)