SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dare ai giovani talenti l’opportunità di esprimere liberamente le proprie doti artistiche e al contempo offrire a professionisti competenti l’occasione di sperimentarsi con nuove tecnologie di ripresa audio e video. Con questo intento l’imprenditrice Erica Fava fonda nel 2010 la casa di produzione cinematografica Look Inside. La sinergia fra talenti d’esperienza e quelli emergenti rappresenta l’input e la forza con cui Look Inside cerca di raccontare spaccati di realtà sociale attraverso una chiave di lettura semplice e al tempo stesso profonda, in ambienti di lavoro sani in cui la reciproca correttezza etica risulta predominante.

La dinamica cooperazione con Martina Meo e Carmelo Ranieri (nel doppio ruolo di autori e rispettivamente di Produttore Esecutivo e Direttore di Produzione) ha reso possibile la realizzazione del cortometraggio “Ai confini dell’anima”, diretto dal giovane Alfonso Bergamo.

Il film, tratto da una storia vera, racconta la vicenda di Alex, un ragazzo affetto da disturbo “borderline” che intraprende un faticoso viaggio interiore alla scoperta di se stesso, guidato da una psicologa e da un maestro di arti marziali.

Ai confini dell’anima verrà proiettato per la prima volta sabato 9 aprile alle ore 11, presso “The space cinema Moderno” di Roma, alla presenza di giornalisti e critici cinematografici e dell’intero cast tecnico tra cui il direttore della fotografia Giuliano Tomasacci e dal compositore Francesco Marchetti.

Dopo la prima, il cortometraggio sarà pronto a raggiungere importanti festival si settore, nazionali e internazionali .L’evento è curato in collaborazione con la R.u.f.a. Rome University of Fine Arts ed è patrocinato dalla Regione Marche. Moderatore dell’evento sarà il giornalista Davide Bellalba, autore televisivo e coordinatore master in critica giornalistica presso l’Accademia Nazionale di Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 562 volte, 1 oggi)