Politica. Quando mi arrabbio i DisAppunti mi vengono meglio, vediamo se è così anche questa volta. Tramite terzi, e per questo motivo non faccio nomi, ho ricevuto insinuazioni che rifiuto e respingo in modo assoluto. In pratica noi di Riviera Oggi staremmo denigrando Gaspari e/o le sue liste per favorire altri candidati, principalmente Bruno Gabrielli.

Falso, io ho sempre evitato, e fatto evitare, che la nostra informazione per le prossime elezioni venisse focalizzata (come fanno altre testate) su due soli candidati. “Devono partire tutti alla pari“, ho ripetuto spesso. Per esempio, il “voto a perdere”, che il candidato del Pdl rivolse a Marco Calvaresi, fu una frase poco corretta. “Insomma se non voti per uno dei due, il tuo voto è sprecato”. Su questo Gaspari, Gabrielli e i propri aficionados stanno, secondo me, costruendo una specie di inciucio che fa comodo ad entrambi. Le uniche nostre simpatie sono, invece, per i cittadini di tutti i colori politici.

Tornando all’insinuazione che mi ha fatto arrabbiare vorrei chiarire alcuni particolari.

Forse la pubblicazione da parte nostra delle recenti critiche sul bilancio evidenziate da Giorgio De Vecchis nell’ultimo consiglio comunale, ha infastidito il centro sinistra? Noi le abbiamo riportate (altri preferiscono non urtare certe suscettibilità) proprio perché siamo liberi e legati a nessun carro.  Né, anche questo è importante, ci saliremo come fan tutti ad elezioni finite. E Gaspari lo sa bene, tanto è che durante la campagna elettorale del 2006 mi fece i complimenti per questo motivo.

In tempi elettorali è facile entrare in confusione, dimenticando che De Vecchis ha messo in evidenza dati che ha rimproverato alla “giunta al potere” e non al candidato sindaco? Anzi credo che, se alle Primarie del centrosinistra avesse vinto Spadoni o qualcun altro, gli appunti di De Vecchis avrebbero fatto comodo al centrosinistra e nessun si sarebbe sognato di considerarci di parte.

Ci si dimentica volontariamente che i giornali, quelli veri, devono attenersi escusivamente ai fatti (le persone c’entrano di riflesso), a quei fatti che secondo loro penalizzano i cittadini e la città? Credo di sì perché certe carenze si possono addebitare a chi amministra (sindaco e giunta), cioè a chi decide e a nessun altro.

Senza considerare che abbiamo stigmatizzato più volte il comportamento di chi ha rappresentato il popolo dai banchi dell’opposizione, dove il Pdl è stato poco incisivo.  Ricordo una nostra locandina davanti alle edicole nella quale denunciavamo inciuci Gaspari-Piunti.

Ne approfitto per ricordare a tutti che noi abbiamo una credibilità che non è in vendita e il continuo aumento di lettori dimostra che gli italiani lo sanno bene ma anche che hanno voglia di svegliarsi.

Riviera Oggi non evidenzierebbe gli aspetti negativi di Bruno Gabrielli? A parte che i motivi li ho già espressi all’inizio, se chi lo dice è un politico e si riferisce ad aspetti personali, credo che il compito sia più suo che nostro. Tra l’altro il gossip non è una priorità della nostra testata. Se lo fosse poi, credo che in pochi… non ci rimetterebbero.

Perché c’è tanta paura di non essere eletti? La politica è un onere-onore, più onere che onore perchè così tanta paura di non farcela? Per me è “insana”. Mi candidassi, la mia logica sarebbe questa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 732 volte, 1 oggi)