SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ridurre le emissioni di CO2, sostenere la crescita dell’efficienza energetica e promuovere lo sviluppo delle fonti rinnovabili. E’ questo il progetto “City Sec”, ideato dalla Società di sviluppo delle Marche (Svim) .

Dall’11 al 14 Aprile nei Comuni aderenti al piano si svolgerà lo “Zero Emission Day” durante il quale saranno organizzate iniziative che coinvolgeranno scolaresche e operatori economici, con l’intento di favorire una riflessione ed una corretta prassi per un utilizzo intelligente dell’energia, fondato sul risparmio e sul ricorso a fonti alternative.

Lo “Zero Emission Day” segna una nuova e significativa tappa del progetto CitySec in quanto i 13 maggiori Comuni della Marche stanno partecipando ad un percorso di informazione e formazione con scambi a livello europeo e stanno definendo, grazie al supporto tecnico dell’Università Politecnica delle Marche, piani d’azione per interventi concreti nelle città in termini di alimentazione degli edifici, illuminazione, trasporto pubblico e sensibilizzazione dei cittadini.

Scopo principale dell’iniziativa è l’adesione al Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors), documento stilato in sede europea che impegna le amministrazioni a superare entro il 2020 l’obiettivo di ridurre del 20% le emissioni di CO2.

IL PROGRAMMA Durante le giornate del 13 e 14 Aprile, gli allievi delle classi terza, quarta e quinta elementare delle scuole Moretti, Damiano Chiesa, Marchegiani, Miscia, Bice Piacentini, seguiranno le proiezioni di materiale audiovisivo attinente ai temi della sostenibilità energetica e ambientale. Nella giornata del 14 Aprile, invece, gli alunni delle scuole Moretti, Damiano Chiesa e Bice Piacentini si recheranno presso i laboratori dell’Azienda Troiani & Ciarrocchi di Monteprandone, che opera nello sviluppo di nuove tecnologie nel settore energetico e ad un impianto fotovoltaico a terra.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 160 volte, 1 oggi)