Dalla sala stampa del Riviera delle Palme. Clicca sull’icona sulla destra per vedere il video di Luigi Ianni.

SERGIO SPINA Molto amareggiato, c’è poco da dire, sono qui per rispetto della stampa e dei tifosi. Sarebbe dai consigliare ai tifosi di andare al mare con queste belle giornate, qui non c’è niente da vedere, c’è solo da arrabbiarsi. E’ proprio lo specchio della stagione, ogni volta che c’è la possibilità di fare un salto di qualità ci facciamo al mare. Il futuro? C’è tempo per valutarlo tra noi soci. Chi conosce me e Claudio lo sa, non ci accontentiamo di campionati di transizione, quest’anno è andata tutto male, mancano tre mesi per la programmazione, c’è tempo. I pannelli? Entro il 31 devono fare gli allacci, la bozza di convenzione domani dovrebbe essere consegnata dal Comune. C’è stata la necessità di modificarlo. Ripescaggio? Noi faremo tutto il possibile per farlo. C’è anche l’Ancona? Farà la sua parte, com’è giusto, ma noi facciamo la nostra. Certo, non si sa neanche a cosa serviranno eventuali play-off.

BORDONI allenatore Renato Curi: Nonostante le difficoltà alla fine la nostra caparbietà ci ha premiato. Mancano ancora tre partite, ci giocheremo fino alla fine le nostre possibilità. Abbiamo sempre giocato a viso aperto, abbiamo sofferto e vediamo dove arriviamo. I play off? C’è un po’ una confusione generale, se si vincono i play off per non essere promossi allora è meglio non farli. Dicono che i ripescaggi non si possono fare, vediamo…

PALLADINI Calo fisico? Sì, ma se vediamo la partita credo che noi meritavamo la vittoria, abbiamo preso tre gol da calci piazzati. Nella ripresa il caldo e la condizione di qualcuno si è fatta sentire, ma loro non ci hanno dato difficoltà. Potevamo passare sul 4-1 ma poi, sul 3-2, abbiamo avuto paura. Sono rammaricato, specie nel primo tempo siamo stati quasi perfetti. Il primo tempo l’abbiamo giocato solo noi, nella ripresa la Renato Curi non ha mai tirato in porta, tranne che su calcio piazzato. Non ho visto superiorità della Renato Curi. Noi manchiamo di furbizia, sul terzo gol se Zazzetta cadeva per terra era punizione a favore nostro, ad esempio. Se oggi dite che la Renato Curi ha meritato più della Samb… Oggi nel primo tempo abbiamo giocato molto bene: 2-0, non far tirare mai agli avversari, chiudere tutti gli spazi. Nella seconda parte ci sta un calo di condizione, ad esempio Di Vicino si è allenato poco. Per quanto riguarda Zazzetta, non ho sostituti. La colpa dei gol presi? E’ di tutti. Se siamo in questa situazione ci sono sicuramente problemi, se mi dite che oggi la squadra non è stata in campo… io ho visto una partita diversa. Siamo stati penalizzati dagli episodi.

I difensori non hanno colpa oggi, domenica scorsa non abbiamo preso gol. La partita più brutta da quando sono tornato è stata la sconfitta con la Jesina. Per me oggi i ragazzi escono dal campo immeritatamente con un pareggio. Se le cose non vanno al meglio la responsabilità è la mia, e dico che dobbiamo migliorare sulle palle inattive.

DI RITO Dopo i due gol di Teramo ho attraversato un periodo calcistico non buono, ma mi sono sempre allenato aspettando di avere l’opportunità. Cosa è accaduto? Questo è il calcio. Non riuscivo a segnare, ma mi sentivo bene coi compagni per uscire da questa situazione. Non sono un giocatore veloce, ma devo dire che non giocavo una partita da tre mesi, dopo 50 minuti ero in difficoltà. Oggi abbiamo giocato un buon primo tempo, vogliamo fare il massimo nelle tre partite che restano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 905 volte, 1 oggi)