SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Qualche convinzione abbandonata e qualcun’altra maturata per Marco Calvaresi: “Sarà difficile vincere al primo turno, lo ammetto. Esistono troppi zoccoli duri che non si riescono a scalfire, ma sono sicuro che al ballottaggio ci andremo noi e a quel punto non ci apparenteremo con nessuno”. Per un semplice motivo: “Non mi alleo con chi non stimo; darò libertà agli elettori, decideranno loro”.

Pensieri ed opinioni manifestati dal candidato sindaco del Nuovo Polo Sambenedettese (Udc, Fli, Dc Marche, lista civica Uniti in Comune per Cambiare, Lista Martinelli) nel corso della presentazione della Lista Martinelli (avvenuta nella sede inaugurata in via Risorgimento), che supporterà l’imprenditore sambenedettese nella corsa al Municipio.
“La lotta non è a due, noi stiamo facendo un lavoro sotterraneo. Gabrielli e Gaspari non sono adeguati per governare questa città. Se volete liberarvi di certe metodologie, optate per un voto di passione e non di devozione. Bisogna proporre un Piano Marshall sambenedettese, ripartendo dalle categorie lasciate indietro. Non possiamo più accettare che i giovani per comprare casa debbano scappare fuori, vogliamo riportarli sul loro territorio d’origine”.
Obiettivi comuni alla Lista Martinelli appunto, che tuttavia vedrà nell’ex primo cittadino di centrodestra solamente un punto di riferimento esterno: “Ci metterò esclusivamente la faccia, non mi farò eleggere. Voglio mandare avanti i ragazzi. Io ho già un lavoro e prendendomi un impegno rischierei di far male entrambe le cose”. Le idee pertanto restano chiare: “In cinque anni San Benedetto è rimasta al palo, andando allo sbando e rendendosi più sporca. Non è all’altezza della sua fama di centro turistico. Le promesse di Gaspari sono rimaste tali: il lungomare si è fermato dove l’ho mollato io, il Piano Regolatore non è stato redatto, Piazza San Pio X non è stata riqualificata, la Sentina non è stata valorizzata”.

E su Gabrielli il giudizio non è più tenero: “Il metodo con cui è stato scelto non mi andava a genio. Nei suoi manifesti dice di essere uno di parola, ma vorrei ricordare che non si è mai dimesso da consigliere comunale, nonostante l’avesse in precedenza detto”.

I CANDIDATI Pensionati, avvocati, ingegneri, insegnanti, ma soprattutto giovani e donne nella Lista Martinelli, che sarà composta da Felicina Angellotti, Niccolò Bagalini, Alessandro Bartolomei, Giacomo Capriotti, Girolama Corda, Enrico Damiani, Cosimo Fontana, Simone Maccaferro, Tommaso Merlini, Eugenio Olivieri, Tommaso Merlini, Eugenio Olivieri, Martina Partemi, Nazzareno Pica, Loretta Pignotti, Francesco Scarponi, Massimo Tancredi, Teresa Fulgenzi, Massimiliano Giorgi, Silvia Vitali, Maria Ilde Macci. “La squadra non è ancora completata – precisa Martinelli – per ora tengo il riserbo su alcuni nomi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.114 volte, 1 oggi)