SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Asfalti elettorali? “Proprio no”: il sindaco di San Benedetto del Tronto respinge al mittente (ovvero Pasqualino Piunti, vicepresidente della Provincia e consigliere comunale del Pdl) l’accusa di fare lavori alle strade cittadine con lo scopo di ottenere consenso in vista delle elezioni.

“Una migliore cura degli asfalti può essere realizzata solo se una pubblica Amministrazione sa programmare la propria attività. E noi, in decine e decine di assemblee pubbliche del “Bilancio partecipato” insieme ai cittadini abbiamo programmato lavori (poi realizzati) per oltre sei milioni di euro – spiega Gaspari – La cura degli asfalti è una questione di decoro, ma anche di sicurezza e qualità della vita, ed è uno strumento per limitare la richiesta di risarcimento danni al Comune per chi subisce piccoli incidenti dovuti alla manutenzione. Inoltre gli asfalti vanno messi in periodi come la primavera e l’autunno, come in questi giorni”.

Gaspari elenca “tra i primi interventi da noi realizzati il nuovo asfalto nelle piazze Garibaldi e San Giovanni, chi ci accusa di fare asfalti elettorali spieghi ai cittadini del popoloso quartiere Ragnola come mai non fosse riuscito a realizzare il prolungamento di via Tronto, nella zona del centro commerciale “La Fontana”, altra strada che non soltanto abbiamo asfaltato, ma realizzato ex novo, dando al tempo stesso sistemazione a tutta l’area”.

E il sindaco poi cita “via Romagna e via Asiago e quindi via Montello, via Monfalcone, via Sgattoni, via Sgambati, il sottopasso di via D’Annunzio, via Val Cuvia, ed è imminente il rifacimento dell’asfalto in altre strade molto dissestate come via Monte San Michele, il secondo ed ultimo tratto di via Ugo Bassi e il tratto di viale De Gasperi in corrispondenza del ponte sull’Albula”. 

E quindi, “veniamo ai numeri: in questo 2011 abbiamo già realizzato o programmato 28 mila metri quadrati di nuovi asfalti per una spesa di 140 mila euro. Molti tra questi lavori rientrano in interventi più ampi. Nel 2010, infatti, abbiamo realizzato 18 mila metri quadrati di asfalto spendendo 240 mila euro. Nel 2009 oltre 64 mila metri quadrati di asfalto, per una spesa di oltre 500 mila euro. Nel 2007, ben lontano dalle elezioni, abbiamo realizzato oltre 175 mila metri quadrati di asfalto, per 1 milione e 43 mila euro”.

“Di questi lavori abbiamo dato ampia pubblicità nei rendiconti del Bilancio partecipato e nel Bum. L’ultima spiegazione che resta rispetto alle accuse di fare “asfalti elettorali” è che forse qualcuno proietta sugli altri i propri vizi. Ma questo qualcuno non rimpianga di non aver fatto tante cose, per esempio il centro diurno per malati di Alzheimer. Abbiamo rimediato noi, per il bene della città. Ora aspettiamo la risposta ad un’altra domanda: i lavori per il nuovo Liceo Scientifico sono finiti da molto tempo. A quando l’inaugurazione, prima o dopo il 15 maggio?” termina ironicamente Gaspari.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 483 volte, 1 oggi)