VAL VIBRATA – Una nuova ondata di furti mette in agitazione i cittadini della Val Vibrata e si torna a discutere sulla necessità di potenziare la presenza di Forze dell’Ordine sul territorio. In diversi Comuni infatti le scorse notti sono entrati in azione ladri che si sono introdotti in negozi ed abitazioni in cerca di denaro e oggetti preziosi. Due i colpi messi a segno a Sant’Omero: a casa di un 54enne dove è stato portato via un bottino di circa 1500 euro tra contanti, cellulari e gioielli e nell’abitazione di un poliziotto, dove sono stati rubati attrezzi dal garage. In entrambi i casi nessuno si è accorto di nulla: i ladri hanno agito di notte mentre i derubati dormivano, con il sonno forse reso ancor più profondo da spray narcotizzanti. Si sono mossi talmente in tranquillità da aver anche approfittato in un caso della dispensa in cucina, bevendo succhi di frutta e mangiando dolcetti presi dal frigorifero.

A Colonnella invece è stata presa di mira l’abitazione dell’onorevole Augusto di Stanislao, ma il sistema di allarme entrato subito in funzione ha messo in fuga i ladri.

A Martinsicuro alcune notti fa si è verificato l’ennesimo furto nella gelateria La Rotonda, più volte visitata dai ladri in passato, tanto che il titolare Sandro De Angelis ormai esasperato, starebbe pensando di vendere l’attività. Un episodio inquietante si è verificato ad Alba Adriatica, dove in via Michetti è andata a fuoco un’auto di proprietà della moglie del titolare di un noto bar. Nella stessa circostanza sono state tagliate le gomme ad un’altra auto sempre di proprietà della famiglia, elemento che farebbe presupporre il dolo anche nell’incendio del veicolo. Sugli episodi indagano i Carabinieri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 491 volte, 1 oggi)