GROTTAMMARE – “Si ispira al mare e alla possibilità di perseguire tutte le direzioni” così Giarmando Dimarti, vice presidente della nuova associazione culturale di Grottammare, giustifica la scelta del nome “Rosa dei Venti”.

Organizzazione di spettacoli, concerti, convegni, incontri studio, mostre pittoriche e scultoriche, gestioni di attività culturali e didattiche, rappresentazioni teatrali: queste sono alcune delle attività che si prefigge di svolgere l’associazione nel territorio piceno. Una realtà professionale e propositiva che si occuperà, prevalentemente, dei maestri di arte contemporanea e del novecento.

Si comincia subito il 23 aprile, con l’inaugurazione della mostra di Mimmo Rotella. Fino al 5 giugno, le opere dell’artista saranno esposte presso il Forte Malatesta di Ascoli Piceno.

Nei prossimi mesi poi saranno tanti gli eventi organizzati alla Galleria Opus di Grottammare. Dall’esposizione del maestro Antonio Pedrotti, alla mostra fotografica di Stefano Taffoni, non mancheranno incontri squisitamente culturali con gli autori, fra i quali Manuel Cohen.

Per il 25 maggio ”Rosa dei Venti” ha pensato addirittura di proporre l’anteprima in sintesi dell’opera lirica “L’albero della discarica” con testo di Giarmando Dimarti e musica di Marcello Centini. Per l’occasione si potranno ascoltare il baritono Ettore Nova e il soprano Giuseppina Piunti.

I soci fondatori  dell’ associazione sono: Marcello Mongiello (presidente), Giarmando Dimarti, Cecilia Dionisi, Maurizio Giardinà, Raffaella Nocera.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 284 volte, 1 oggi)