CUPRA MARITTIMA – Il gruppo consiliare di minoranza “Vivere Cupra” contesta alcune recenti scelte dell’amministrazione D’Annibali: “Nell’ultimo consiglio comunale hanno approvato una variante parziale al Piano Particolareggiato di Spiaggia – scrivono in una nota – rinunciando così di avere in zona centro, vicino alla pineta centrale e alla fontana Flammini, di una spiaggia libera per i cittadini che abitano al centro di Cupra”.

Secondo “Vivere Cupra” è stata “persa anche la possibilità di riqualificare il lungomare centro con una possibile piazza in riva al mare, dove organizzare manifestazioni culturali e turistiche (tipo Kursaal a Grottammare) la spiaggia libera in centro era un naturale collegamento con la Piazza Possenti, e invece la maggioranza ha scelto di avere la spiaggia libera nei pressi dello chalet ‘La Serenella’”.

“Altra scelta poco oculata e dispendiosa è stata quella di approvare il progetto relativo al parcheggio pubblico dell’area nei pressi della Statale Adriatica Sud 16 – continua il gruppo di opposizione – che prevede l’acquisto da parte del Comune dell’area e la sistemazione a parcheggio per un costo a carico del Comune di euro 245 mila, quando l’area invece poteva essere gestita sempre a parcheggio, dai proprietari senza alcun costo per il Comune. Ci si chiede, ma come non si lamentano gli attuali amministratori che le casse comunali sono vuote?”

“Sempre nello stesso Consiglio Comunale a seguito dell’intervento che si sta realizzando in via Ruzzi per la messa in sicurezza degli argini del torrente Sant’Egidio, il nostro rappresentante al consiglio comunale Veccia, ha fatto mettere a verbale l’urgenza di intervenire presso gli argini del torrente nel Quartiere Catasta per potenziare, magari con un muro in cemento armato ed abbassare il livello del torrente, nell’ottica di mitigare il rischio di esondazione e mettere in sicurezza i cittadini e le loro case, inoltre ha sollecitato il sindaco ad intraprendere iniziative per far fronte alla grave crisi occupazionale che molte famiglie stanno vivendo” continua la nota.

Infine i consiglieri di opposizione chiedono al sindaco: “A quando il primo mattone del Nuovo Polo Scolastico? Dove è previsto sempre in zona Mignini vicino al Menocchia? O si sta pensando ad una possibile ristrutturazione della struttura esistente? Sono passati due anni di Amministrazione D’Annibali ed ancora tutto tace. Chiediamo come gruppo di minoranza “Vivere Cupra” un incontro pubblico per conoscere le scelte della Giunta Comunale ed il parere dei cittadini sul futuro dell’edificio scolastico e sulla grave crisi occupazionale. Tutto tace, invece i cittadini sono desiderosi di sapere quali sono i programmi in cantiere dell’attuale Amministrazione e dare il proprio contributo di idee per una comunità che guarda al futuro”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 425 volte, 1 oggi)