SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Sarà dura, ma andremo avanti: è questa la nostra posizione”: Giuseppe Ricci commenta così la giornata nazionale di protesta contro la Direttiva Bolkestein da parte delle imprese balneari, alla quale ha partecipato anche l’Itb Italia, associazione della quale Ricci è presidente. Eppure, spiega Ricci, “Piazza Navona era divisa in due: noi e altre associazioni che vogliamo uscire dalla Direttiva, mentre altri come Confesercenti e Confcommercio, invece, cercano dei palliativi per addolcire la pillola. Lo ripeto: noi vogliamo uscire dalla direttiva, come accaduto a notai, tassisti e anche alle edicole. Gli stabilimenti balneari sono una unicità italiana”.

Durante la giornata le associazioni, stavolta unitariamente, hanno incontrato poi alcuni parlamentari tra cui l’onorevole Pierferdinando Casini dell’Udc, attraverso la mediazione del deputato ascolano Amedeo Ciccanti, e l’onorevole del Pd Gianpiero Bocci: “E’ giusto dialogare con tutte le forze politiche, sia di maggioranza che di minoranza – spiega Ricci – Perché questo tema deve essere appoggiato da tutti. Stiamo lavorando affinché otteniamo l’appoggio di almeno 60-70 parlamentari”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 314 volte, 1 oggi)