MARTINSICURO – Oltre 400 persone hanno visitato l’Antiquarium di Castrum Truentinum nelle due “Giornate Fai di Primavera” del 26 e 27 marzo.

“Un successo ottenuto grazie alla cooperazione del Comune di Martinsicuro, della Soprintendenza  per i Beni Archeologici per l’Abruzzo e della Delegazione Fai di Ascoli Piceno che ha segnalato il complesso – ha affermato il consigliere delegato alla Cultura Massimo Vagnoni – con l’ unico fine di porre al centro dell’attenzione una realtà culturale interessante e viva, ma troppo spesso trascurata o sconosciuta”.

Vagnoni ringrazia a tal proposito sia i delegati Fai che sono stati presenti al Museo nelle due giornate e hanno contribuito ad organizzare l’evento, che gli studenti “Apprendisti Ciceroni” del Liceo Classico Leopardi di San Benedetto: i ragazzi infatti hanno assunto il ruolo di guide turistiche e hanno illustrato ai visitatori la storia del Torrione e le caratteristiche dei reperti custoditi nell’edificio.

“Il coinvolgimento del mondo della scuola è stato importante e fortemente voluto – aggiunge Vagnoni – per trasmettere ai giovani cittadini  la consapevolezza di possedere un patrimonio artistico da tutelare; non solo attraverso l’impegno delle giovani guide del Liceo Classico, molte delle quali martinsicuresi, ma anche con la presenza di 60 bambini rappresentanti della Scuola Elementare di Martinsicuro, che sabato mattina hanno inaugurato le visite all’Antiquarium. Un vivo ringraziamento quindi – conclude il consigliere – oltre che alla delegazione Fai di Ascoli Piceno, alla dott.ssa  Cristiana Capretti che, con professionalità e passione, ha curato e seguito tutti gli aspetti organizzativi e logistici dell’evento”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 141 volte, 1 oggi)