SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Le Iene” nel Piceno, giovedì 31 marzo. L’inviato Giulio Golia e la sua troupe hanno visitato la società di consulenza Cia Lab ad Ascoli e la Recfer Autodemolizioni di Centobuchi.

Tema della puntata, le ultime novità in tema di trasporto e tracciabilità dei rifiuti, fra cui l’importante cambiamento legato al sistema informatico Sistri, che nelle intenzioni del Ministero dell’Ambiente dovrà garantire un totale controllo a distanza di tutta la filiera dei rifiuti, in particolare di quelli speciali.

Un sistema che comporta anche un certo investimento economico da parte delle ditte di trasporti, ma che attualmente non è stato ancora implementato. Roberto Capocasa, titolare della Recfer e vicepresidente nazionale della Confederazione Autodemolitori Riuniti aderenti a Cna, fornisce questo dato: “Su 600mila aziende di autotrasporto in Italia, solo 300mila hanno compiuto gli adempimenti per agganciarsi al sistema Sistri. Che, quindi, ancora non può partire. Nella mia intervista alle Iene, dunque, ho messo in rilievo quanto sia ingiusto che alcune imprese abbiamo già speso fior di soldi, ma è tutto come prima”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.733 volte, 1 oggi)