COLONNELLA – Chiesta la proroga della Cigs per i 535 dipendenti dell’Atr. L’incontro per discutere delle sorti dei dipendenti del polo del carbonio di Colonnella si è tenuta martedì in Provincia di Teramo con lo scopo di estendere l’applicazione della cassa integrazione dei dipendenti fino al momento in cui cesserà l’attività del commissario straordinario.

Intanto si è in attesa della riunione al Ministero dello Sviluppo Economico, aggiornata al 5 aprile alle ore 17. In quell’occasione si valuterà l’evolversi della situazione alla luce delle offerte pervenute da parte di due aziende intenzionate a rilevare l’Atr.

“Entriamo nella fase più delicata di questa vertenza – afferma il presidente Valter Catarra – che richiede un’attenta valutazione, insieme alle parti sociali, di tutti gli interessi in gioco. L’obiettivo rimane quello di salvaguardare per quanto possibile i livelli occupazionali, attivando nel contempo tutte le misure in grado di garantire un futuro ai lavoratori“.

Alla riunione, coordinata dal Servizio relazioni industriali dell’ente, hanno partecipato – oltre al presidente Valter Catarra – il delegato alla gestione delle imprese del Gruppo, Salvatore De Bellis, la Rsu e i sindacati, nelle persone di Antonio Liberatori (Cisl), Giampiero Dozzi (Cgil) e Gianluca Di Girolamo e Fabrizio Cecchini (Uil).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 221 volte, 1 oggi)