MARTINSICURO – Ennesimo furto nel Comune di Martinsicuro, con il ladro che, trovatosi di fronte ad un dipendente, non ha esitato ad aggredirlo e a buttarlo a terra, procurandogli la frattura di due costole. L’episodio è avvento domenica verso l’una e mezza, e proprio la giornata festiva ha fatto pensare al malvivente di poter agire indisturbato. Il caso ha però voluto che nel Municipio a quell’ora entrasse il messo comunale a depositare i registri della lotteria di beneficenza organizzata per la Maratona dell’Adriatico, svoltasi in mattinata a Martinsicuro. Il dipendente si è trovato quindi faccia a faccia con il ladro, il quale ha aggredito l’uomo alzandolo di peso e scaraventandolo a terra. Dalla descrizione fornita pare che il malvivente fosse alto e di corporatura robusta, forse straniero. Il colpo ha provocato all’impiegato la frattura di due costole. Il ladro dopo l’aggressione ha abbandonato i due grossi sacchi di refurtiva e si è dato alla fuga: dentro c’erano un computer e altri oggetti trafugati negli uffici, oltre a prodotti contenuti nei distributori automatici. Sulla vicenda indagano i Carabinieri di Martinsicuro. L’episodio è solo uno dei tanti che si sono verificati negli ultimi mesi negli edifici pubblici truentini, presi di mira da malintenzionati alla ricerca di apparecchi elettronici come computer e altre attrezzature didattiche, o di spiccioli contenuti nei distributori automatici. Colpi sono stati messi a segno nelle scuole di Villa Rosa e del centro cittadino e anche il palazzo municipale è stato visitato più volte, tanto che l’amministrazione ha in progetto di installare negli edifici pubblici sistemi di allarme per impedire che gli episodi si ripetano ancora.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 460 volte, 1 oggi)