CHESSARI 6 Voto di stima, perché tranne rinvii e rimesse dal fondo è rimasto inoperoso.

NICOLOSI 6 Con Palladini sembra aver ritrovato il livello di sufficienza che invece aveva smarrito durante le gestioni Giudici e Boccolini. Discreto sia come terzo difensore centrale che come esterno.

MOSCARINO 6,5 E’ in forma e si vede. Dopo la tripletta a Bojano va due volte vicino al gol, sempre di testa: nel primo tempo è troppo altruista, nella ripresa la sua inzuccata batte contro la traversa.

SALVAGNO 5,5 Funge da registra nella prima frazione, quando il centrocampo è a tre, mentre nella ripresa, con il 4-4-2, opera con più frequenza anche come interditore. Non ha  novanta minuti nelle gambe e con il passare dei minuti la sua azione si rallenta e si fa meno precisa.

PORPORA 6,5 Non sbaglia un colpo, anche se stavolta bomber Milozzi viene fermato agevolmente a causa dell’inferiorità numerica ospite, che costringe il numero 9 a rimanere da solo in mezzo a quattro difensori rossoblu.

MENGO 6,5 Stesso discorso fatto per il compagno. Gli viene annullata una rete per una dubbia posizione di fuorigioco.

GRIECO 6 E’ il più attivo tra gli attaccanti rossoblu: provoca, subendo due falli, l’espulsione di Pesce Rojas. Ad inizio ripresa accelera e costringe la difesa ospite a salvarsi con affanno. Una volta sostituito, la spinta rossoblu svanisce.

RULLI 5,5 Nella ripresa gioca da ala destra e alterna buone giocate ad altre meno apprezzabili. Nel finale spreca un pallone d’oro, anche se alla fine viene valutato in fuorigioco, davvero dubbio anche questo.

COVELLI 4,5 Ha un paio di buone occasioni ma non è freddo nelle conclusioni. Per il resto, poca qualità.

CUCCU’ 5 La sua peggior partita con la maglia della Samb, anche se la domenica precedente, a Bojano, aveva dato segni di regresso. Probabilmente non è pronto per un campionato lungo come quello della Serie D a livello fisico, anche perché è partito con tutt’altri intenti. Deve stringere i denti in questa fase finale.

ZAZZETTA 5,5 Tanto impegno, scarsi risultati.

DI VICINO 5 Al di là di qualche spunto interessante e un paio di punizioni, non si fa notare. Lo stiamo ancora aspettando. Dimenticavamo: fra poco il campionato finisce.

D’ANGELO 5 Bloccato sul fuorigioco ogni volta che ha una buona opportunità, non riesce però a graffiare come ci si aspetterebbe da lui.

DI RITO 5,5 Gioca un quarto d’ora, ma chi l’ha visto?

PALLADINI 5,5 Siamo alle solite, per cui evitiamo di ripeterci. Ha qualche responsabilità nel non aver capito che Grieco non andava sostituito e nel non aver rischiato il tutto per tutto nel finale, con due centravanti e due mezze punte, togliendo magari Rulli da un ruolo non suo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 498 volte, 1 oggi)