SAN BENEDETTO DEL TRONTO- E’ stato convalidato l’arresto ai tre giovani extracomunitari che nella serata di mercoledì 23 marzo in via Dei Colli, se le sono data di santa ragione per motivi ancora del tutto da chiarire. La rissa che ha visto coinvolti i giovani è stata sedata dalle forze dell’ordine nel cuore della notte. Per tutti pende l’accusa in concorso per rissa e resistenza a pubblico ufficiale, ma solo per uno dei tre si è ipotizzato il sospetto di furto aggravato.

Si sono presentati in aula chi con una benda al braccio, chi con un cerotto in testa e chi con gli occhi neri e come se non fosse successo sembravano quasi sconcertati dall’arresto, quasi certi di aver agito nel giusto.

A quanto sembra e secondo le prime dichiarazioni rese in aula, due di loro H.I. e G.Z. (volti noti alle forze dell’ordine) avrebbero tentato di impedire ad un giovane connazionale M.Y., di rubare un motorino in uso ad uno dei due amici. Di fatto nessun testimone terzo avrebbe visto la scena ma i giovani riferiscono che hanno agito nel tentativo di tutelare il bene in custodia.

Per il momento, la corte del tribunale rivierasco ha deciso di convalidare l’arresto cautelare per tutti e tre i connazionali, in attesa del processo che si terrà mercoledì 30 maggio. Gli imputati attenderanno al fresco l’inizio del processo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.072 volte, 1 oggi)