SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Nella serata di mercoledì 23 marzo in via Dei Colli tre uomini di origini marocchine se le sono date di santa ragione scatenando una rissa furibonda. All’origine del litigio i soliti futili motivi e la grande quantità di alcol ingerita dai tre, completamente ubriachi.

Sul posto è giunta una volante dei Carabinieri di Acquaviva avvertiti da una segnalazione tramite il 112. I tre, completamente fuori di testa, tiravano calci e pugni non solo ai loro stessi compagni ma anche alle auto in sosta. All’avvicinarsi degli uomini di legge hanno cercato in tutto i modi di opporsi al controllo. C’è voluta tutta la fermezza e la determinazione degli agenti per ridurre il gruppetto all’impotenza.

All’anagrafe i tre di rispettivamente 27, 36 e 24 anni risultavano pregiudicati  con il più giovane in stato di clandestinità. Sono stati condotti in ospedale dove sono state riscontrate prognosi dai 10 ai 25 giorni, quindi sono stati arrestati per rissa aggravata, resistenza a pubblico ufficale, danneggiamenti e lesioni. Ora si trovano rinchiusi nel carcere di Marino del Tronto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.535 volte, 1 oggi)