CUPRA MARITTIMA – Proseguono gli interessanti appuntamenti dal Centro Culturale “Jacques Maritain” di Cupra Marittima, nell’ambito delle proposte del circuito Cgs-Acec “Sentieri di Cinema”, in collaborazione con Comune di Cupra Marittima e la Regione Marche. Giovedì 24 marzo dalle ore 21.14 sarà infatti proiettato “L’estate d’inverno”, opera prima di
Davide Sibaldi.
Per l’occasione il giovane regista sarà presente in sala per parlare del suo film, presentato allo European Indipendent Film Festival di Parigi, dove ha vinto il Premio come Miglior Film. La pellicola è stata girata nel 2007, ma per il classico problema della distribuzione in Italia, è uscita soltanto nel 2010.

Ecco la trama. E’ notte. In una camera di motel alla periferia di Copenaghen, Christian, un ragazzo diciannovenne, ha appena avuto un rapporto sessuale con Lulù, una prostituta di 38 anni. Quando la donna si prepara per andarsene lui la ferma e le chiede insistentemente di rimanere ancora un’ora con lui. Solo un’ora per parlare. Lulù all’inizio rifiuta, ma finisce per accettare la proposta. Da quel momento i due personaggi cominciano a parlare, a raccontarsi, e presto i loro rimorsi e i loro demoni cominciano a uscire in superficie. Sono due figure legate dalla disperazione e dall’abbandono: la donna è in fuga da un passato segnato da violenza e distruzione ma soprattutto, dal terribile rimorso di aver abbandonato molti anni prima il figlio di soli quattro anni, mentre Christian è alla disperata ricerca della madre, che lo ha abbandonato 15 anni prima.
(da www.trovacinema.it)

Spiega Sibaldi: “Volevo un film sull’abbandono e sulla paura di vivere fino in fondo le proprie emozioni, i propri sentimenti, la propria felicità, ma anche un film sul coraggio di affrontare e capire i propri errori, un film sul coraggio di crescere.Un incontro di poco più di un’ora in una suite di un motel, una breve storia che  non poteva che essere raccontata con l’esposizione nuda e cruda di tutti gli eventi, senza nessun salto temporale: un impatto dirompente sullo spettatore che riflette la violenza che ha sui protagonisti”.

“Grazie al tempo reale – prosegue il regista – lo spettatore viene immerso fin dall’inizio nel flusso della storia, nei suoi dialoghi, nei suoi ambienti, tanto che può quasi sentire l’odore che aleggia nella camera, il calore dei personaggi, il profumo dei loro corpi. Per fare ciò occorrevano attori di formazione rigorosamente teatrale: Pia Lanciotti e Fausto Cabra, tutti e due diplomati alla Scuola del Piccolo Teatro di Milano e da anni sulle scene nazionali ed internazionali. Attori che riuscissero a reggere un impatto spietato con il pubblico, basandosi solamente sulle loro figure e capacità”.

Davide Sibaldi è regista, sceneggiatore e pittore. Comincia a lavorare nel mondo del cinema all’età di 12 anni. Tra il 1999 e il 2005 scrive e dirige più di 40 cortometraggi e 3 mediometraggi che partecipano a numerosi festival. Nel 2008 il suo primo lungometraggio “L’estate d’inverno” viene premiato a Parigi al “The European Indipendent Film Festival” come miglior film. In quell’occasione è anche premiata come migliore attrice la protagonista Pia Lanciotti. Sibaldi è anche pittore e lavora nell’editoria come illustratore. Per la Ape Editore nel 2002 ha illustrato il libro “Gli Angeli dei Bambini” scritto dal padre Igor, romanziere e studioso di teologia.

Con questo film si conclude la programmazione dei Frammenti dalla Biennale – Frammenti di Festival, rassegna cinematografica che vuole proporre uno sguardo ai film presentati al Festival di Venezia e nei più importanti festival del mondo. Il costo del biglietto è di 6 euro per l’intero, 4.50 per il ridotto, mentre di soli 4 euro per gli universitari ed i possessori della tessera Ancci.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 868 volte, 1 oggi)