MONSAMPOLO- Nella tarda mattinata di ieri lunedì 21 marzo un maresciallo dei Carabinieri, libero dal servizio, stava camminando per le strade del paese quando ha riconosciuto un albanese di 31 anni che sarebbe dovuto trovarsi agli arresti domiciliari a Spinetoli.

Il militare dell’Arma lo ha subito fermato ed ha chiamato una pattuglia della locale stazione alla quale è stato affidato l’individuo. Il soggetto era stato condannato agli arresti domiciliari in quel di Spinetoli da una sentenza della Corte d’Appello di Firenze nel giugno 2010 per fatti inerenti ad un traffico di stupefacenti.

Con l’accusa di evasione dagli arresti domiciliari l’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Marino del Tronto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 359 volte, 1 oggi)