Elezioni Sbt. E’ già tempo di analisi. Continueremo a farle fino al giorno in cui sarà consentito. Allo stato attuale i candidati ufficiali alla carica di sindaco sono 5: Gabriele Franceschini, Bruno Gabrielli, Mario Narcisi, Marco Calvaresi, Giovanni Gaspari o Luca Spadoni. A loro si dovrebbero aggiungere i candidati di Rifondazione Comunista (Daniele Primavera?), Movimento 5 Stelle (Maria Rosa Ferritto?) e Nuovo Orizzonte Italiano (?).
Una premessa è d’obbligo, nella valutazione mettiamo in primo piano, oltre al curriculum e quindi ai motivi per cui i candidati si ritengono in grado di amministrare in prima persona una città come San Benedetto del Tronto, i seguenti punti:
a-la trasparenza al mille per mille di tutte le decisioni della giunta, previa immediata comunicazione agli organi di stampa dell’ordine del giorno e delle conseguenti decisioni nei minimi particolari
b-la certificazione di tutte le promesse che dovranno essere esposte in maniera chiara e comprensibile con data di inizio e tempo di realizzazione, con un margine di sei mesi. Immediate dimissioni se le promesse non avranno rispettato i termini stabiliti.
c-enunciazione di rinuncia a tutte le varie società partecipate. Quando non è possibile, alla presidenza non dovrebbe andare chi si è candidato, eletto o non eletto ma un esperto esterno scelto dal Consiglio Comunale.
Ogni giorno un candidato con aggiornamenti a seguire da parte della Redazione.

GABRIELE FRANCESCHINI: il buon Gabriele ha tanta volontà e molto improntata sulla trasparenza che è cosa fondamentale o quasi. Nessuna esperienza significativa nel suo curriculum pre-politico. Non ha ancora reso noto un programma certificato di quanto vorrà fare per la città di San Benedetto ma ci ha assicurato che sarà pronto nei prossimi giorni. Anche sulle Partecipate ha idee precise che presto metterà a conoscenza della cittadinanza. Freme anche per un confronto con gli altri candidati, lo accontenteremo, se gli altri vorranno, molto presto. La sua precedente esperienza come Assessore del Sociale fa ben sperare ma il ruolo di sindaco è un’altra cosa e dipenderà molto dai suoi collaboratori che, al momento, non sembrano poter fare da buon volano per la sua elezione. Appena conosceremo meglio le carattiristiche di tutti potremmo essere più precisi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 596 volte, 1 oggi)