segui tutti gli aggiornamenti delle WikiElezioni sambenedettesi nella pagina http://elezionisanbenedetto.rivieraoggi.it

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “La denominazione della Provincia deve cambiare, diventando Ascoli-San Benedetto”. Lo dice Marco Calvaresi, candidato sindaco del Nuovo Polo Sambenedettese (composto da Udc, Fli, Dc Marche, Lista Martinelli, Lista Uniti in Comune per Cambiare e, seppur con frequenti maldipancia, anche dall’Alleanza per l’Italia).
L’imprenditore turistico, che una settimana fa ha accettato la proposta di scendere in politica dopo molti tentennamenti, ha anche dichiarato: “La nostra sarà una campagna elettorale propositiva, senza polemiche e attacchi agli candidati. Vengo dal mondo del commercio, dove per far crescere la propria “bottega” non bisogna certo far chiudere la bottega vicina. Non ho lobby alla spalle, anzi la mia lobby è San Benedetto”.
Ma una frecciata al sindaco uscente riusciamo a tirarla fuori. Già, Calvaresi avrà pure un giudizio su questi cinque anni, no? Eccolo: “Prendo le distanze dall’amministrazione Gaspari, perchè se governare significa fare come ha fatto lui, allora non ci vuole tanto per governare”.
PROPOSTE PER LA CITTA’ Fra le idee di Calvaresi portate all’attenzione in questi giorni, il candidato del Nuovo Polo ha parlato di sviluppo e occupazione come “direttrici in ambito economico”.
E ancora: “La mia Grande Opera saranno meno buche e più marciapiedi. Cose concrete per gente comune, no ai voli pindarici. Le polveri sottili? Non ci devono essere in una città che fa turismo. Le barriere architettoniche? Voglio abbatterle. Politiche giovanili? Mai più manifestazioni che servono birra fino alle cinque del mattino ai nostri adolescenti. I parcheggi? Verificare se è possibile la copertura dell’Albula. Riguardo all’incentivo al commercio nel centro cittadino, suggerisco di pensare alla parziale copertura dell’isola pedonale come da progetto dell’architetto Giostra. Permetterebbe di avere la gente al passeggio anche quando piove. La Sentina? Va valorizzata, senza nuove volumetrie, ma incentivando le attività all’aria aperta”.

LA LISTA UCC DEL GIORNALISTA CARLO DI GIOVANNI Sabato mattina presso l’hotel calvaresiano Villa Corallo è stata presentata ufficialmente la lista civica Uniti in Comune per Cambiare, il cui capolista è il giornalista televisivo Carlo Di Giovanni: “Scendo in campo perchè voglio fare qualcosa per San Benedetto. Lo faccio assieme a Calvaresi perchè provo stima e amicizia nei suoi confronti. Siamo dei semplici cittadini che pagano le tasse e che vogliono aiutare la città”.
La lista “Uniti in Comune per Cambiare” presenterà il proprio programma politico la settimana prossima. Tra i candidati consigliere, troviamo gli imprenditori Piernicola Aliventi e Emanuele Bassetti, l’avvocato Loridiana Biscotti, l’ingegnere Alfeo Antoniani, il veterinario Marina Brancaccio, il professor Luigi D’Orazio e il rappresentante del mondo giovanile Norman Di Lorenzo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.506 volte, 1 oggi)