SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Arriva il tifone Bolkestein. Che fare?, l’Itb Italia prosegue la sua protesta contro la direttiva europea attraverso una manifestazione programmata nella mattinata di lunedì 21 che partirà dal Palariviera, passando per il lungomare fino ad arrivare a piazza Kursaal a Grottammare.

A seguito della manifestazione che si è tenuta lo scorso 28 febbraio a Pescara a cui hanno preso parte oltre cinquecento balneatori per protestare contro la direttiva che prevede la messa all’asta delle concessioni nel 2016 l’Itb, guidato dal suo presidente Giuseppe Ricci, chiama a raccolta gli operatori del settore attraverso un corteo che imita una marcia funebre che celebra la morte del turismo balneare, “perché è questo ciò che la Bolkestein rappresenta per la nostra specificità unica in tutto il mondo”, dichiara il presidente Ricci.

Per la manifestazione – a cui parteciperanno diversi operatori turistici provenienti dall’Abruzzo, dal Molise e dalla Toscana – sono pronti infatti quattrocento manifesti e quattrocento bandiere che richiamano la forma e il colore di un cartello funebre i quali accompagneranno le automobili lungo tutto il percorso che avrà inizio nel piazzale del Palariviera a partire dalle 8:30 di lunedì nel momento in cui è previsto il raduno. Alle 9:30 invece, il corteo si avvierà lungo via dei Mille per raggiungere via Mare entrando così nel vivo della manifestazione che attraversa tutti gli chalet della Riviera fino alla sede della Capitaneria di Porto.

“Giunti davanti a quest’ultima – prosegue Ricci – coglieremo l’occasione per ringraziare e rimarcare il lavoro che la Capitaneria ha svolto in questi anni nel garantire la sicurezza a noi e alla categoria balneare”.
Una volta attraversato il lungomare di Grottammare l’arrivo del corteo in piazza Kursaal è previsto per le 10:30 quando avrà inizio un convegno – dal titolo Arriva la Bolkestein. Che fare? – a cui prenderanno parte diverse autorità politiche a partire dai sindaci di San Benedetto e Grottammare, Giovanni Gaspari e Luigi Merli. Al convegno, saranno anche presenti i sindaci e gli assessori al Turismo delle varie località che si affacciano sulla costa marchigiana che va da Gabicce comprendendo anche quella della provincia di Teramo, oltre ai rappresentanti regionali della Confesercenti e di Confcommercio e i parlamentari eletti nelle Marche quali Luciano Agostini, Remigio Ceroni, Luca Rodolfo Paolini, Amedeo Ciccanti e il delegato della regione Marche Mario Ruggini.

“Una manifestazione per ribadire il no a una direttiva che mette all’asta il lavoro di tante famiglie e che negli anni ha contribuito a far giare l’economia locale – prosegue Giuseppe Ricci – il nostro obiettivo è quello di uscire dalla Bolkestein e per farlo ci stiamo muovendo anche attraverso una petizione che intende raccogliere un milione di firme e scongiurare così l’asta sulle concessioni balneari.

“Gli strumenti giuridici per evitare la Bolkestein ci sono – aggiunge l’avvocato Domenico Ricci – considerando che questa è una direttiva rivolta ai concessionari di servizi. Nel 2000, una legge nazionale ci ha definiti concessionari di beni e, nel nostro caso, ci è stato dato in concessione un bene demaniale. Già a partire da questa differenza, non dovremmo essere inclusi nel provvedimento e se così non fosse possiamo beneficiare di una deroga che ha riguardato altre categorie come quelle dei farmacisti e dei tassisti”.

“Il convegno – conclude il presidente Ricci – intende porre all’attenzione ai rappresentanti delle istituzioni la problematica legata alla Bolkestein. È necessario il supporto della politica affinché si arrivi a delle proposte condivise per cambiare la direttiva a patto però che ci si muova in tempo considerando anche che nel 2013 ci sono le elezioni nazionali. La manifestazione rappresenterà inoltre l’occasione per fare la conta di chi è dalla nostra parte oltre a essere la prova generale prima della manifestazione in programma a Roma in Piazza del Popolo prevista prima dell’estate”.

I rappresentanti dell’Itb fanno sapere inoltre che al termine del convegno seguirà un pranzo allo chalet Viareggio di Grottammare a un costo speciale di 25 euro. Ulteriori informazioni al numero 347.6425036

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 481 volte, 1 oggi)