MONTEPRANDONE – Nuove polemiche nel giorno del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, ma stavolta non vengono dalla Lega Nord ma dall’Udc. La sezione di Monteprandone propone infatti di togliere dai luoghi pubblici i simboli della sinistra e di sostituirli col Tricolore, emblema dell’unità nazionale.

“Una bandiera alla finestra  è un’idea molto bella per testimoniare la storia e l’orgoglio del nostro Paese”, esordisce la segretaria comunale Maria Provvidenza Silvano.

“Suggerirei però alla nostra amministrazione comunale di cogliere anche l’occasione della festa del 150° anniversario dell’Unità d’Italia – continua la nota – per sostituire la bandiera rossa che sventola ogni giorno nella piazza di Centobuchi con un bel Tricolore. Sarebbe un modo per dare forza e unità a tutti i cittadini, d’altronde è una piazza pubblica”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.388 volte, 1 oggi)