RIPATRANSONE – Il vino che collega storia e cultura. La cantina Colli Ripani ha presentato e lanciato sul mercato una nuova bottiglia, volta a sancire i festeggiamenti per il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia. Il vino che accoglierà l’etichetta, sarà il Rosso Piceno Superiore Castellano, pluripremiato in Italia e all’estero. Sulla ricercata e studiata etichetta, che vuole celebrare un legame storico con la città di Ripatransone, è riportato il famoso “Inno di Garibaldi”, musicato da Alessio Olivieri e scritto, in lirica, dal poeta Luigi Mercantini, nato a Ripatransone nel 1821, autore della celebre poesia “La Spigolatrice di Sapri”.

“Abbiamo scelto di immettere sul mercato questa nuova etichetta per i festeggiamenti dell’Unità d’Italia anche per ricordare il legame storico che ha la cittadina di Ripatransone nell’unificazione dell’Italia – ha affermato il direttore commerciale, della cantina Colli Ripani, Nazario Pignotti – Saranno imbottigliate mille bottiglie e le prime 150 saranno numerate. La prima della serie, la numero 1, sarà data in dono al nostro Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e le restanti 149 saranno inviate alle alte cariche istituzionali, nazionali, regionali, provinciali e locali”.

Importante, inoltre, è la presentazione della linea gold, che vedrà al suo interno tre vini noti e importanti della casa vitivinicola Ripana: Ninfa Ripana (passerina in purezza), Rugaro (Pecorino in purezza), e il Castellano (rosso Piceno superiore). Questa nuova linea, di migliore qualità, rappresenterà la nuova Docg (denominazione di origine controllata e garantita) che uscirà nella prossima vendemmia del 2011 e vendute sul mercato specializzato per clienti di enoteche, alta Il ristorazione e negozi di gastronomia.

“Voglio in primis ringraziare l’assessore del Comune di Ripa, Remo Bruni, per la sua presenza e disponibilità – ha affermato il presidente della cantina Emilio Malavolta – siamo molto vicini al comune di Ripatransone. Quest’iniziativa vuole essere un’occasione speciale per rimarcare il legame profondo tra la cittadina di Ripatransone, attraverso le opere di uno dei suoi figli più illustri, le gesta, i personaggi e i fatti di grande rilievo che hanno portato, attraverso il Risorgimento, all’unità e alla nascita dell’Italia”.

Durante l’incontro, con la supervisione dell’enologo Marco Pignotti e il responsabile commerciale Giovanni Piunti, si è svolta una piccola degustazione per assaporare le prelibate uve della Cantina Colli Ripani.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 952 volte, 1 oggi)