CUPRA MARITTIMA – Martedì 15 marzo alle ore 21:15 il Cinema Margherita di Cupra Marittima propone una serata in cui si incontrano il grande cinema muto con l’indie-rock. La band dei Kobayashi ha composto per l’occasione un’opera completa che accompagna e fa da sfondo a “L’uomo con la macchina” da presa di Dziga Vertov, girato nel 1929.

I Kobayashi daranno vita a un esperimento di fortissimo impatto visivo e sonoro, un incontro che pare quasi la prosecuzione naturale di un’operazione che hanno fatto nel 2009, quando, per la 53ª Biennale di Venezia, hanno sonorizzato “In Absentia”, opera di Antonello Pelliccia.
I Kobayashi sono una band originaria di Massa Carrara, composta da Andrea Marcori, Nicola Bogazzi e Flavio Andreani, che ha già prodotto quattro album: In absentia (2009), Kobayashi (2008), Infantili e crudeli – Ep (2006) e Fossile (2004).

“L’uomo con la macchina da presa” mostra la giornata, dall’alba al tramonto, di un cineoperatore che riprende per lo più scene di vita quotidiana per le strade di Mosca, e che ci mostra anche la sua arditezza alla ricerca di inquadrature a sensazione, sopra, sotto o a fianco di treni in corsa. Il film si apre con il totale di una sala cinematografica che da vuota si riempie in un attimo. La stessa sala si rivedrà in chiusura del film dopo una sequenza nella quale la macchina da presa ha cominciato a muoversi da sola sul treppiedi, senza operatore, e prima di vedere la facciata del Teatro Bolshoi frantumarsi grazie ad un effetto ottico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 195 volte, 1 oggi)