Acquaviva Picena-Porto d’Ascoli 2-3

ACQUAVIVA (4-5-2): Mandozzi, Casagrande, Parri (46’ Macrì), Pierantozzi, Ciribè, Narcisi Palestini, Straccia, Piunti (80’ Vagnoni), Neroni, Liuzzi (66’ Millauro).

A disposizione: Damiani, Mosca, Amabili, Di Donato. Allenatore: Schiavi

PORTO D’ASCOLI (4-2-3-1): Santarelli, Guidotti, Sansoni, Angelini, Virgili, Nepa, De Florio, Malizia (56’ Massei), Pelliccioni (76’ Tedeschi), Roma (56’ Deogratias), Di Girolamo.

A disposizione: Piunti, Fabiani, Semini, Pica. Allenatore: Sirocchi.

ARBITRO: Piancatelli di Macerata.

MARCATORI: 3’-73’ Di Girolamo, 10’ Neroni (A), 46’ Liuzzi (A), 1’ st De Florio.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – C’è stato da soffrire ma alla fine contro l’Acquaviva la spunta il Porto d’Ascoli. I ragazzi di mister Sirocchi lottano, si fanno raggiungere dagli avversari e piazzano la ciliegina vincente rimanendo ben saldi in quarta fila.

Il match si apre con il vantaggio dei biancocelesti al 3’: Sansoni dalla sinistra fa partire un traversone per Di Girolamo, di testa la insacca nell’angolino basso sul secondo palo. L’Acquaviva risponde al 7’ quando l’ex Straccia serve Piunti, il tiro sbatte sulla traversa. Ma al 10’ pareggia i conti: Neroni solo mette a sedere Santarelli.

Al 13’ tacco di Di Girolamo per Pelliccioni, il quale in area aggira Parri con un gioco di gambe, poi fa partire la conclusione, vola Mandozzi che allontana con la mano. Al 18’ Piunti dalla corsia di sinistra lambisce l’angolino basso alla destra di Santarelli.

Scocca il 28’ quando Pelliccioni taglia per Di Girolamo, sinistro che finisce tra i guantoni di Mandozzi. Gran botta di De Florio poco dopo che termina fuori. Nei minuti di recupero, l’Acquaviva va sotto la doccia in vantaggio: conclusione di Straccia, Santarelli non trattiene, pasticcia Virgili, la palla rimbalza e finisce sui piedi di Liuzzi che mette in rete.

Nella ripresa bastano 20 secondi al Porto d’Ascoli per pareggiare: Pelliccioni serve in mezzo De Florio che insacca. Al 50’ Roma serve in profondità Di Girolamo, il tiro sfiora il sette. Poi al 66’ è la volta di Straccia in contropiede a sfiorare il tris. Al 73’ ci pensa Di Girolamo a chiudere i conti: sbuca la difesa arancioceleste, il tiro passa sotto le gambe di Mandozzi rotolando in rete.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 206 volte, 1 oggi)