Per vedere e ascoltare l’intervista a Stefano Stracci clicca sull’icona sulla destra.

Il numero di visualizzazioni su YouTube non tiene conto delle visite direttamente su RivieraOggi.it. Attendi 10 secondi per il caricamento del video. Intervista di Massimo Falcioni, riprese e montaggio Maria Josè Fernandez Moreno.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nella mattinata di venerdì il presidente della Provincia Piero Celani e i sindaci di San Benedetto Giovanni Gaspari e Monteprandone Stefano Stracci hanno sottoscritto la convenzione che affida al comune di Monteprandone le procedure di gara e la direzione dei lavori di sistemazione idraulica del fosso dei Galli.

I lavori saranno pagati dai tre enti: 154 mila euro saranno a carico della Provincia e 104 mila euro ciascuno a carico di Monteprandone e San Benedetto del Tronto e consisteranno in interventi volti a ridurre il rischio idrogeologico per l’area che si estende dalla superstrada Ascoli -Mare fino alla zona posta circa 460 metri a monte del rilevato ferroviario.

In particolare, come risulta dallo studio idraulico condotto dal comune di Monteprandone, il corso d’acqua risulta molto sensibile al rigurgito del fiume Tronto per un tratto di circa 1000 metri a causa sia degli attraversamenti che, restringendo la sezione di deflusso, ostacolano il deflusso delle acque, sia per l’insufficienza in più punti degli argini.

Con l’atto firmato stamane, al Comune di Monteprandone è delegato anche l’esercizio dei poteri espropriativi sui terreni oggetti degli interventi e, per quanto riguarda i tempi, è stato stabilito che il progetto esecutivo sia pronto entro 30 giorni mentre i lavori dovranno iniziare entro 90 giorni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 458 volte, 1 oggi)