SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Lavoretto pulito, o quasi. Una squadra di ladri esperti si è introdotta nel negozio di abbigliamento Nora in via Mario Curzi 10 poco dopo le 5 della mattina del 10 marzo, arraffando in pochi secondi solamente i costosi capi di abbigliamento presenti al pianterreno. Non sono state infatti eseguite incursioni al primo piano o nel seminterrato.

Roberta Ferrara, moglie del titolare del negozio, ci racconta quanto suppone sia avvenuto: “Si sono introdotti eludendo le speciali serrature presenti sulla vetrina grazie ad un trapano e senza rompere nulla. Poi, una volta all’interno, hanno raccolto velocemente gli abiti senza lasciare impronte, per questo riteniamo che abbiano anche utilizzato dei guanti. Sono stati piuttosto attenti a non lasciare segni evidenti, infatti, abbiamo riscontrato solo un vaso rotto, una sedia spostata e un bastone per appendere gli abiti divelto.”

La signora continua dicendo che il furto sarebbe durato solo pochi secondi, il tempo che impiega il sistema di sicurezza a dare l’allarme. Dunque i ladri hanno rubato tutto ciò che era alla portata delle loro braccia accontentandosi, si fa per dire, del solo piano terra dove gli scaffali erano riempiti dei nuovi arrivi primaverili. I titolari stanno in queste ore calcolando il valore della merce sotratta, ma considerando che un solo paio di pantaloni può arrivare ad essere marcato più di duecento euro, si può dire che il totale possa facilmente superare i 10mila euro.

La dinamica così come ricostruita dalla signora Ferrara farebbe supporre che gli autori del delitto fossero quattro o cinque persone perfettamente organizzate ed esperte. Unica traccia, forse lasciata dai ladri al momento dello scasso, è una manata sulla vetrina (visibile tra le fotografie allegate all’articolo) sulla quale si stanno ora concentrando le investigazioni delle forze dell’ordine.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.172 volte, 1 oggi)