SAN BENEDETTO – Sergio Pezzuoli si scaglia contro i lavori di ampliamento messi in atto dalla Provincia di Ascoli Piceno che hanno interessato il Liceo Scientifico Rossetti. A scatenare il dissenso del consigliere comunale del Partito Democratico sarebbe la presunta penalizzazione che andrebbero a subire i disabili che frequentano la struttura.

“Una cultura solidale, se uno non ce l’ha non se la può dare”, tuona Pezzuoli in un comunicato stampa. “Verrebbe da dire così di fronte a quanto si vede davanti al nuovo liceo scientifico di San Benedetto, appena realizzato dalla Provincia di Ascoli Piceno. Infatti, le strisce gialle riservate ai mezzi dei disabili sono circondate da un bel marciapiede su tutti i lati: la classica barriera architettonica, come le tante che il Comune di San Benedetto ha abbattuto in questi anni in vari punti della città. Salvo vederne spuntare una in questa occasione, proprio davanti a un edificio di nuova costruzione. Ma siccome al peggio non c’è mai limite, un “tentativo” di scivolo è stato realizzato dalla Provincia sul lato di via Asiago, dove non ci sono strisce gialle. E dico un “tentativo” perché si tratta di uno scivolo non a norma, in quanto stretto e privo di sostegni, sicché il disabile rischia persino di cadere. In sintesi: da un lato le strisce gialle senza scivolo, dall’altro lo scivolo senza strisce gialle. Un vero capolavoro”.

A questo punto, l’augurio di Pezzuoli è che Palazzo San Filippo torni sui suoi passi “realizzando uno scivolo nel più breve tempo possibile. San Benedetto vuole essere una città accessibile non solo dove interviene il Comune, ma anche dove opera la Provincia”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 206 volte, 1 oggi)