SANTARCANGELO: Nardi, Fabbri (90), Locatelli, Obeng, Cola, Gregorio (91), Baldinini (cap), Zavalloni (91) (70′ Tonelli), Radoi (90) (61′ Traini), Del Pivo (92), Ambrosini (76′ Della Rocca). A disposizione. Della Chiesa, Griffo, Bezzi, Tonelli (91), Varone (92),, Della Rocca, Traini. Allenatore Giuseppe Angelini.

SAMB Chessari, De Nigris (91) (70′ Carpani), Moscarino (91), Salvagno (46′ Covelli), Pulcini, Ogliari (cap), Grieco (90), Rulli, Caligiuri (61′ Di Vicino), Cuccù (93), Zazzetta. A disposizione Turbacci (93), Di Gioacchino (92), Carpani (93), De Rosa, Di Vicino, D’Angelo (90), Covelli. Allenatore Ottavio Palladini

Arbitro: Fabrizio Ferrara di Palermo.
Assistenti Eleonora Cappello di Busto Arsizio e Emanuele Di Federico di Lodi

Ammoniti Grieco, Covelli
Espulsi Grieco

Si comincia, giornata soleggiata, Samb in campo con il 4-3-2-1, avversari con un 4-3-3
7′ buon inizio rossoblù (una decina finora i tifosi presenti, c’è lo striscione “Marà Kaibo”) ora i romagnoli si fanno vivi, cross da destra, Chessari sicuro fa suo il pallone in area piccola

10′ punizione romagnola da sinistra, Zavalloni gira di testa in porta dal limite dell’area piccola o quasi, palla fuori
11′ buona palla filtrante di Cuccù di prima verso l’area piccola, Grieco allunga la gamba, esce il portiere e blocca il pallone

Santarcangelo sempre temibile, si capisce e si percepisce il suo valore, oggi sarà dura ma bisogna avere fiducia
Intorno al 20′ i padroni di casa alimentano la loro pressione, mettendo in campo un gioco avvolgente su entrambe le fasce, non senza creare preoccupazioni
23′ La Samb si chiude, i romagnoli sono spesso con tutti gli effettivi nella nostra metà campo.

Intanto sono arrivati altri tifosi rossoblù, in tutto ora saranno una cinquantina. Non pochi, trattandosi di serie D e di turno infrasettimanale. Si vede anche il vessillo “Cioffi vive” e “PD’A”

26′ azione da destra, Radoi al limite dell’area piccola riceve palla, anticipo di Ogliari
27′ ripartenza, azione veloce sulla destra, cross di Baldinini dopo una discesa, Radoi di testa al centro dell’area, palla alta, pericolo
28′ punizione a girare dalla sinistra di Ambrosini, Chessari respinge di pugni
Assedio romagnolo, la Samb non è più padrona del gioco
31′ rete dei padroni di casa. Fa tutto Ambrosini che converge da sinistra al centro e guadagna una punizione dal limite. Battuta di destro a girare sul primo palo, quello a destra del portiere, palla non fortissima ma a girare e Chessari si allunga ma non ci arriva, bella rete
37′ traversa Samb, Grieco da sinistra si accentra, destro potente e traversa
E al 44′ purtroppo c’è il raddoppio. Radoi prende palla a centro campo, avanza con la Samb sbilanciata, gran sinistro verso la porta sul palo sinistro, Chessari incerto e la palla si insacca.

Peccato, era un bel momento e il pareggio sull’uno a zero per loro non sarebbe stato uno scandalo

LA RIPRESA

Entra Covelli per Salvagno. L’attaccante era stato risparmiato a causa di un attacco influenzale

Romagnoli iniziano a ritmi bassi, ora spetta a noi fare il gioco, ma ancora bisogna riprendere confidenza. Peccato, dopo il primo gol la Samb aveva reagito bene, concreta e rapida, prendendo pure una traversa. Poi un evitabilissimo secondo gol ci ha rovinato i piani

Ammonito Grieco al 4′

Samb un poco molle

13′ Zavalloni supera un evanescente Cuccù nella propria metà campo, si fa venti metri palla al piede, palla filtrange per Radoi ma ci salva il fuorigioco

E il Santarcangelo continua ad attaccare. Degni di sportivo inchino, questi romagnoli, davvero una delle migliori formazioni viste in questo torneo, se non la migliore.

16′ esce l’applauditissimo Radoi per Traini. Noi mettiamo dentro Di Vicino per Caligiuri

altri cambi, dentro Carpani all’esordio in rossoblu al posto di De Nigris.

Samb che non riesce a creare occasioni, Santarcangelo padrone della partita e il bravo portiere Nardi si concede iun recupero di palla sul fondo con spazzata da applausi sull’accorrente Rulli

33′ accorcia le distanze la Samb, piatto destro che appoggia in rete, da solitario, dopo una punizione battuta da Di Vicino sul secondo palo

34′ botta di Di Vicino da lontanissimo, palla pericolosa che si alza e poi si abbassa, di poco fuori

37′ espulso Grieco, seconda ammonizione per un presunto fallo di mano su rinvio del portiere (addosso a lui), probabilmente era una difesa del volto. Decisione contestabile, Grieco arrabbiato.

Cacciato dal campo, anzi, dalla panchina, il dirigente Giulio Spadoni

42′ Di Vicino troppo morbido, palla favorevole in area su assist di Covelli, era solo, conclusione lenta sul portiere

44′ la beffa, autogol di Zazzetta su uscita bassa di Chessari, entrambi pressati da Tonelli al limite dell’area

match concluso, sconfitta giusta ma che lascia l’amaro in bocca per come è maturata. Al pareggio ci abbiamo creduto

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.416 volte, 1 oggi)