SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Buone notizie per il Madonna del Soccorso, che potrà sfruttare i 4,5 milioni di euro provenienti dalla Regione Marche per nuovi lavori di ammodernamento della struttura. Si partirà dall’allestimento dell’aria condizionata in quei reparti che ne sono ancora privi, al rifacimento completo della sala parto, alla realizzazione di uno spazio di sosta per i pazienti operati, senza dimenticare il restyling dell’ingresso dell’Ospedale e della sala d’aspetto del Pronto Soccorso. 90 mila euro verranno infine destinati al centro di disagio psichico di prossima apertura.

Ad annunciarlo il manager Antonio Maria Novelli nel corso della Conferenza dei Sindaci di lunedì, che ha altresì sottolineato come nel 2010 l’attività del nosocomio sia cresciuta dell’11,5% rispetto all’anno precedente, con il solo reparto di oculistica che ha fatto registrare un incremento del 117%.

Riguardo ai tagli orizzontali sulla sanità, il direttore invece avverte: “Proponiamo un budget zonale che consenta l’omogeneizzazione dell’offerta in ambito regionale e che sia calibrato sui bisogni. Qualunque soluzione dovrà essere mirata al livellamento. Chi ha di più dovrà restare al palo e chi è indietro potrà crescere. Si andrà verso questa soluzione. Dalla Regione ci stanno ascoltando e recepiscono le nostre ragioni”.

Osservazioni pienamente condivise dal sindaco Gaspari: “In un quadro di sostanziale difficoltà possiamo dire di aver portato a casa dei risultati positivi. Il nostro difetto è quello di essere stati sempre in linea con le richieste di Palazzo Raffaello. Siamo messi male in quantità e bene in qualità. Per continuare a fare bene in qualità bisognerà quindi aggiungere in quantità. I tagli devono essere fatti in modo equo. Dovremo essere messi tutti nelle stesse condizioni”.

Per il 1° aprile è intanto previsto l’insediamento del nuovo primario di chirurgia, Walter Siquini, che sarà tuttavia sul posto già dal 15 di questo mese per prendere le misure anzitempo con il nuovo incarico: “Prossimamente troveremo pure il primario di ortopedia, mentre per neurochirurgia c’è in ballo un progetto che faccia da sponda con le Torrette. Inoltre dal 16 marzo verranno assunti cinque nuovi infermieri”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 356 volte, 1 oggi)