TERAMO – Si sta lentamente ripristinando la viabilità sul territorio teramano: al momento sono riaperti al traffico (ma solo nelle ore diurne, restando chiusi dalle 20 alle 6,30) i ponti sulla provinciale 553 di Atri (in località Fontanelle) e quello sulla provinciale 23 di Cellino, in località Castelnuovo.

Restano chiusi invece per danni strutturali: il ponte sul Salinello in località Villa Ricci di S.Omero, il ponte sul Salinello in località Villa Ricci di Garrufo; il ponte sul Salinello in località Villa Maggi, nel territorio di Mosciano Sant’Angelo.

“Si segnalano smottamenti a valle con svuotamento della pavimentazione su una buona parte della rete stradale – dichiara l’assessore Elicio Romandini –  pertanto occorre una grande cautela anche se si sta lavorando incessantemente per garantire i requisiti minimi di transitabilità. Le  insidie, però, sono nascoste ovunque. L’emergenza non è terminata ed i disagi come pure i monitoraggi non diminuiranno nell’immediato”.

Le strade chiuse con ordinanza sono: la S.P. n. 3 S. Anna Garrufo (tratto compreso fra la S.P. n. 262 e la rotonda di Pagannoni sulla S.P. n. 17/A); la S.P. 53 della Montagna dei Fiori (tratto compreso fra località Villa Ricci e Bivio S.P. n. 54 di Collebigliano); S.P. n. 23/B di Val Viano (tratto compreso nel Comune di Bisenti); la S.P. n. 19 (tratto Ripe di Castellalto alla km.ca 9+00 tra le intersezioni S.P. 25/B del Feudo Comune di Castellalto e la S.P. n. 26 di Sodere in direzione Canzano).

Le strade a senso unico alternato sono: la SP n. 25/A da case Molino nel Comune di Castellalto all’innesto con la S.P. n. 26/B, dove  è stato istituito un senso unico alternato a tratti; la S.P.n.49, dove è stato istituito un senso unico alternato alla km.ca 18+800 e limitazione di carico a 16 t di peso lungo lo stesso tratto, viabilità che collega il capoluogo di Valle Castellana con Ascoli Piceno; senso unico alternato anche lungo la provinciale 16 località San Mauro nel comune di Bellante.

Sono percorribili a senso unico alternato, infine,  le fondovalli sulla Bonifica del Tronto, la fondovalle Salinello e la provinciale  25/A, e restano in monitoraggio continuo per erosione spondale.

Considerato inoltre che si registrano rimozioni di cartellonista stradale e transenne, la Provincia di Teramo fa presente che il mancato rispetto delle ordinanze di chiusura prevede oltre che una sanzione di 300 euro ed una decurtazione di 10 punti della patente, ai sensi dell’art. 143 del codice della strada, e anche la denuncia penale per violazione dell’articolo 650 del Codice Penale (l’arresto fino a 3 mesi.)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 214 volte, 1 oggi)