Grazie. Ai lettori per l’interesse che hanno mostrato per i nostri articoli, per le tantissime foto e per i servizi video che hanno commentato e illustrato nei giorni 3 e 4 marzo (stiamo comunque continuando) il disastro causato dal superamento degli argini di fossi collaterali al fiume Tronto.
Dalle interviste è risultato anche che qualche dolo potrebbe esserci nella deviazione di due fossi artificiali verso un terzo, il cui superamento degli argini è stato la conseguenza normale. Un altro intervistato ha detto un’altra cosa molto importante e cioè che il danno non è stato enorme perché siamo a marzo e la temperatura bassa ha impedito lo scongelamento delle nevi, per cui non è stato necessario aprire la diga. Altrimenti si sarebbe ripetuta la tragedia del 1992.
Cosa è stato fatto negli ultimi vent’anni?” si sono chiesti quasi tutti i nostri interlocutori.
Tantissima attenzione quindi per quest’ennesimo disastro: dai dati di Google analitics risulta che Rivieraoggi.it ha avuto quasi 100mila pagine visualizzate il giorno 3 marzo (il neonato Picenoggi.it circa seimila). Con le 50mila di ieri ci stiamo pian piano riavvicinando alla normalità delle 40mila visualizzazioni di pagine al dì, corrispondenti più o meno a 11-12 mila computer (con IP diversi) collegati giornalmente con noi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.189 volte, 1 oggi)