DI SEGUITO, TUTTI I LINK AI NOSTRI ARTICOLI PER RIPERCORRERE GLI AGGIORNAMENTI DELLE ULTIME ORE. BASTA CLICCARE SU OGNI RIGA E POTRETE LEGGERE LA RASSEGNA DEI NOSTRI ARTICOLI, VIDEOGALLERY E FOTOGALLERY (l’ordine cronologico è progressivo, scendendo in basso nella pagina trovate i link agli articoli più recenti)

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Due giorni di pioggia violenta, una notte travagliata, e fossi e terreni che tracimano in più punti allagando zona Agraria e zona industriale di Centobuchi. Ricostruiamo quanto avvenuto nelle ultime ore dando però una fondamentale notizia a noi comunicato dal sindaco di Monteprandone Stefano Stracci in mattinata e confermata alle ore 14 dalla sala operativa della Protezione Civile di Ascoli:
NON VERRA’ RIAPERTA NESSUNA DIGA SUL TRONTO. In città si è sviluppata una psicosi collettiva e un passaparola frenetico che va assolutamente fermato.
Nella tarda mattinata del 2 si è avuto un incontro tra Protezione Civile provinciale, il presidente della Provincia Celani e l’assessorato alla Protezione Civile Regionale. Esclusa qualsiasi riapertura delle dighe. La situazione del Tronto è costantemente monitorata e tutto sommato sotto controllo, specie con la cessazione della pioggia.

4 marzo

ORE 8 Nella notte è tornata la pioggia forte, ma la situazione sembra oramai sotto controllo. Il sindaco Gaspari, nel pomeriggio, incontrerà imprese industriali e artigianali della zona Agraria alla Palestra D’Angelo.

3 marzo

ORE 17 Mezzi di soccorso e pulizia al lavoro ininterrottamente. La pioggia cade leggera.

ORE 13:30 La pioggia cade oramai ininterrottamente, anche se non violenta.

ORE 12 REPORTAGE CONTRADA ISOLA Stiamo preparando reportage fotografici e video dalla zona Agraria di San Benedetto, Contrada Isola tra Monteprandone e San Benedetto, zona Industriale di Ascoli. Pesante la situazione soprattutto in Contrada Isola, per l’esondazione del Torrente Fosso dei Galli.

ORE 11 Ricomincia a piovere, come da previsioni

ORE 10:30 Ci chiamano in redazione (0735762012): in contrada Isola c’è ancora acqua, a Centobuchi. Presto saremo lì e documenteremo con foto e video

ORE 10 Agraria come una immensa piscina fangosa. Strade, marciapiedi, garage, ingressi sommersi da uno strato di fango. Mezzi che puliscono le strade, persone che puliscono le proprie abitazioni, uffici, aziende.

ORE 9 Strade per lo più accessibili. Mezzi di soccorso intervenuti fin dall’alba per togliere il fango. Imprese e negozi che cercano di pulire. E’ il giorno del fango. Documenteremo presto tutto con foto e video, e le interviste.

ORE 8 PREVISIONI METEO Purtroppo non buone. Pioggia su tutto il Piceno dalle 10 del 3 marzo fino alla tarda serata. Non dovrebbe piovere di notte ma domani, in tarda mattinata, sono previste ancora precipitazioni. Sabato ancora pioggia, ma più leggera.

ORE 24 Riapre la Statale 16 in direzione sud. La strada era bloccata dall’incrocio con la Salaria dalle prime ore del mattino del 2 marzo

ORE 24 Purtroppo il 3 marzo non porta buone nuove. Attorno alla mezzanotte anzi è ripreso a piovere con notevole intensità. Per la zona sud di San Benedetto ma anche per molte zone della vallata del Tronto, del Piceno e del Teramano si dorme con ovvia apprensione.

ORE 21:30 GASPARI: PROVE DI NORMALITA’ Il sindaco di San Benedetto Gaspari, che si trova con l’unità di crisi momentanea al campo Sabatino d’Angelo, in zona Agraria, parla di “prove di normalità, dalle 18:30 la Picenambiente prova a pulire le strade dal fango, in via Val Tiberina l’acqua defluisce e a breve dovrebbe essere tutta libera, mentre la Statale 16 resterà chiusa nell’incrocio con la Salaria”. Il sindaco ringrazia la Polizia Stradale, Forze dell’Ordine e Vigili del Fuoco “mentre ci prepariamo a rascorrere un’altra notte a vigilare su quanto sta accadendo, ricordando che mai è stata aperta la diga a monte e mai questa ipotesi è stata presa, e ringrazio a tutti coloro che hanno lavorato per pulire scantinati e garage dall’acqua”

ORE 21 Continua a piovere, anche se senza i violenti scrosci dei giorni scorsi

ORE 19 Il peggio sembra alle spalle, non cade più la pioggia.

ORE 18:40 Adesso è tempesta persa, per usare un gergo marinaresco.

ORE 18:30 Adesso l’acqua non dà tregua, piove fortissimo e c’è da sperare che la situazione non precipiti. Daremo aggiornamenti continui alla prima notizia

ORE 17:30 PURTROPPO TORNA PIOGGIA FORTE Pioggia forte dopo mezza giornata di tregua a partire dalle 17:30 su tutta la Riviera. Purtroppo le previsioni non incoraggiano: pioggia per tutta la notte e tutta la giornata di mercoledì. Giovedì piogge altalenanti ma ancora piogge venerdì e sabato. Speriamo bene. Ad Ascoli pioggia densa, con possibilità che diventi neve causa bassa temperatura.

3 marzo

– Fango all’Agraria, servizio fotografico in mattinata

– Qui tutti i video della giornata del fango

– Teramano: trovato corpo in un sottopasso

– Val Vibrata e Teramano in ginocchio. Strade chiuse, Pedemontana franata

– Casette d’Ete, trovato corpo della ventenne dispersa: 3 i morti nelle Marche

– Sciacallaggio a Porto d’Ascoli: rubano mentre diluvia. Arrestati

– Ripatransone vuole lo stato di calamità

– Contrada Isola di Centobuchi, il fango nelle case: guarda il video

– Trovato il corpo di Valentina Alleri, terza vittima marchigiana, a Casette d’Ete

– Video: la furia del Tronto a Pagliare, cancellata la pista ciclabile

– Maltempo nelle Marche, 32 aree ancora allagate alle 17

– Spacca a Berlusconi: Stato di calamità nelle Marche. Come nel Veneto

– Zona montana ancora senza corrente elettrica

– REPORTAGE VIDEO: all’Agraria si spala ancora

– REPORTAGE VIDEO: Contrada Isola nel fango. La rabbia dei residenti

– Gaspari: Disagi, ma non l’inferno

– Ripatransone, il sindaco D’Erasmo chiede lo stato di calamità

2 marzo

Martedì pomeriggio, Foce di Montemonaco isolata da una valanga

Martedì sera primo marzo, il Menocchia preoccupa

Martedì sera, Stadio Del Duca, il maltempo fa rinviare Ascoli-Vicenza

Martedì sera primo marzo, allerta nel teramano

Martedì notte, grossi disagi sulla Ascoli Mare

Mercoledì, aggiornamento nella tarda serata

Mercoledì mattina, Venarotta, trovata morta l’anziana Maria Corradetti, travolta da uno smottamento

Comincia la paura seria, si vedono i primi danni. Il nostro aggiornamento alle quattro del mattino di mercoledì

Mercoledì mattina, 7 persone salvate a Tortoreto, un 23enne invece a Torano

Mercoledì mattina, non è il Tronto, l’acqua in strada viene dai canali e dai fossi. Porto d’Ascoli si sveglia con gli stivali e tanta rabbia, il servizio dall’Agraria

Mercoledì mattina, disagi e paura nella zona industriale di Ascoli. Evacuati gli stabilimenti Barilla e Pfizer

La Provincia di Teramo chiede la calamità naturale

Mercoledì mattina, fotogallery del Tronto da Ascoli e delle esondazioni a Porto d’Ascoli

Porto d’Ascoli allagata, la videogallery

Cupra e Massignano, la Imac evacuata, le campagne sommerse: le foto

Grottammare, i detriti sulla spiaggia portati dal Tesino ingrossato

mercoledì mattina, l’assessore regionale Donati: “Pioggia record di ultimi 40 anni”

i danni nel vasto territorio di Ripatransone

Agraria, la palestra “D’Angelo” sede della unità di crisi

Ascoli, sospeso il servizio Scuolabus

Via Pasubio e hotel Quadrifoglio, le foto degli allagamenti

la stima dei danni alle coltivazioni, in una nota di Coldiretti

foto, gli allagamenti nella zona industriale di Centobuchi e in contrada Isola

Arquata, Acquasanta e Montegallo isolate e senza luce

Anche Monteprandone chiede lo stato di calamità, il sindaco Stracci invita i cittadini a segnalare i danni

zona industriale Val Vibrata-ValTronto, danni e rabbia nelle aziende

Roccafluvione, frazione Radicina, il grido di allarme: “Siamo totalmente isolati, aiutateci”

il presidente della Regione, Gian Mario Spacca, chiede al Governo di concedere lo stato di emergenza

allagato anche il piano terra della redazione di Rivieraoggi.it, nel quartiere Agraria

qui Offida, il punto della situazione

le foto della Sentina, mercoledì mattina

Tortoreto, la conta dei danni. In tilt il depuratore

Vigili del Fuoco, estratto corpo di uno dei due dispersi nel fermano

fotogallery dalla Vallata: l’Ascoli Mare diventa una piscina, la pista ciclabile di Pagliare viene sommersa dal Tronto

Maltempo, i deputati marchigiani chiedono aiuto: il testo dell’interrogazione

La Provincia di Ascoli chiede lo stato di calamità alla Regione, ma avverte: “no alle psicosi sulle dighe”

Canile di Alba Adriatica, affogano 33 cani

la conta dei danni, anche il Regno Animale piange

l’atto d’accusa dei geologi marchigiani: “Poche le risorse contro dissesto idrogeologico”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 13.651 volte, 1 oggi)