SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Più di dieci date spalmate da marzo fino a giugno, fra seminari, concerti, spettacoli teatrali e presentazioni di libri. San Benedetto ha deciso di celebrare così il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, con l’allestimento di un percorso ricco e articolato.

“Non sarà solo l’occasione per ricordare – annuncia soddisfatto il sindaco Gaspari – ma daremo rilievo e sostanza alla festa, raccogliendo l’invito del Presidente della Repubblica. Cercheremo di coinvolgere tutta la città attraverso un’offerta storico-culturale”.

Si partirà ufficialmente il 10 marzo con la proiezione del docufilm di Italo Moscati “Storia e storie dell’unità d’Italia”, anche se già nella mattinata di martedì 1° marzo lo storico Gabriele Cavezzi ha dato il via alle danze donando alla Biblioteca Comunale il volume “Vita di Giuseppe Garibaldi”.

Sempre il 10 presso il Concordia andrà in scena lo spettacolo del Teatro Scuola “Carbonara” (ore 10), mentre il giorno seguente al Museo della Civiltà Marinara a partire dalle 21 verrà presentato il libro “Diario di bordo del capitano Giuseppe Garibaldi”.

Programma ovviamente abbondante il 17 marzo. Alle 11 nella Sala Consiliare del Municipio si svolgerà l’evento “Musiche e parole sul Risorgimento” (a cura degli alunni delle scuole secondarie inferiori), condito dalla Torta Tricolore preparata e distribuita dagli studenti dell’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione. Contemporaneamente il vescovo Gervasio Gestori celebrerà la messa solenne in Cattedrale. Alle 21, ancora al Concordia, verranno invece proposti “Gli ideali del Risorgimento a San Benedetto del Tronto”, in collaborazione con il Circolo dei Sambenedettesi, i Solisti Piceni e la Ribalta Picena.

“L’amministrazione ha puntato moltissimo su questo cartellone”, dichiara l’assessore alla Cultura, Margherita Sorge. “Speriamo sia lo stimolo per approfondire la nostra storia, troppe volte messa colpevolmente in discussione. Le associazioni cittadine hanno dato segno di unità e collaborazione e per questo le ringrazio”.

Gli appuntamenti continueranno poi sino all’11 giugno, quando l’incontro con Emilio Gentile, autore di “Italiani senza padri, intervista sul Risorgimento” concluderà la serie di omaggi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 222 volte, 1 oggi)