SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Torna a parlare Sergio Spina, il presidente della Samb, che dopo alcune settimane di silenzio si affida al sito ufficiale della Samb per esprimere la propria opinione sul momento, sportivo e societario, della Samb. Dopo aver parlato di Palladini (“L’ho visto voglioso, sono contento abbia accettato”) e del Torneo di Viareggio (“La città non ha ben capito quello che abbiamo organizzato, Cupra e Offida ci hanno aiutato mentre San Benedetto non ha pubblicizzato per nulla l’iniziativa”), Spina si è addentrato in considerazioni circa l’assetto societario.

“Aspettatevi delle importanti novità a livello dirigenziale – ha detto – Delle novità utili a dare più forza e stabilità alla Samb sin dal termine di questo campionato. Se ce ne sarà la possibilità richiederemo senza alcun dubbio il ripescaggio perché vogliamo il professionismo a tutti i costi, ma anche in caso di riforma dei campionati e conseguente blocco dei ripescaggi credo che la Samb ne possa trarre vantaggio perché, da quello che ho capito, è possibile che venga eliminata la Seconda Divisione e dunque avremo una serie in meno da scalare per tornare nel calcio che conta”.

Nonostante qualche problemino di salute vivo per questo club e continuerò a farlo con maggior impegno e passione – è la promessa del presidente rossoblu – Vorrei ringraziare tutti colori che si sono preoccupati per il mio stato di salute. Mi auguro che la Samb faccia un finale di campionato utile a riscattare parzialmente questa stagione amara e poi, come ho detto, sarà un estate con tante novità. I tifosi rossoblu devono guardare al futuro con ottimismo, questa è una società sana, senza alcun debito e al giorno d’oggi è difficile avere una situazione economica chiara e pulita come la nostra”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.135 volte, 1 oggi)