SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Porto d’Ascoli: terzo posto. Sogno o son desto? “Sicuramente non mi aspettavo questa posizione di classifica dopo il calo che abbiamo avuto in questo girone di ritorno – ha commentato mister Sirocchi – ci speravo anche perché ci impegniamo costantemente”.

Alla fine non pesano neanche i punti persi per strada “è normale che ci sia un po’ di rammarico però in questo momento in cui abbiamo faticato per una nostra flessione di rendimento siamo stati più vicini alla vittoria che alla sconfitta. Quindi più che positivi i tre pareggi consecutivi ottenuti” ha proseguito il trainer.

E sabato la sfida di cartello contro la capolista San Marco. Si affrontano da una parte la miglior difesa quella del Servigliano con 17 reti subite e dall’altra il miglior attacco quello del Porto d’Ascoli con 35 reti segnate.

“Sarà una bella partita, ce la giocheremo a viso aperto. Si incrociano due formazioni tra le migliori della graduatoria per gol fatti e incassati” ha concluso il tecnico Sirocchi. Un match in cui le possibilità di allungare la fuga del San Marco sono pari a quelle che il Porto d’Ascoli ha di ridurre il distacco, Montottone e Ripa permettendo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 86 volte, 1 oggi)