SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Alcuni lettori e addetti ai lavori ci segnalano che, contrariamente a quanto si poteva intendere da questo nostro articolo (clicca qui) e nello specifico alle dichiarazioni del rappresentante dei farmacisti sambenedettesi Giovanni D’Aurizio, le farmacie ancora non hanno dato il via alla distribuzione di pannolini, stomie e presìdi per l’incontinenza.

Evidentemente, stando a quanto ci riferiscono gli addetti ai lavori in questa precisazione, FederFarma e Regione Marche ancora non sono giunti a un accordo completo riguardo all’erogazione di questo servizio aggiuntivo da parte dei cittadini.

Riportiamo a questo proposito le dichiarazioni di Pasquale D’Avella, presidente di Federfarma regionale nonché presidente di Federfarma Ascoli, contenute in una sua nota ufficiale del 4 febbraio scorso.
Afferma D’Avella: “Una volta completato il confronto con le Zone Territoriali 12 e 13 e decise le modalità che coinvolgono anche altre categorie professionali come ad esempio i medici di base da adottare per la fornitura dei servizi, verrà immediatamente avviata da parte delle Farmacie che operano nel territorio di competenza la consegna del kit per diabetici, stomie e presidi di assorbanza per incontinenza”.
E ancora D’Avella: “I farmacisti sono consapevoli dell’importante servizio e proprio per questo motivo ho sottoscritto l’intesa con la Regione Marche che verrà estesa anche nel Piceno da sempre considerato all’avanguardia per l’erogazione di particolare servizi alla comunità. Vorrei ricordare in proposito l’impegno profuso, gratuitamente, dalle farmacie per testare e successivamente garantire il servizio del Cup per la prenotazione dei servizi sanitari diventato un modello per l’intero territorio regionale, la presenza su tutto il territorio provinciale dei defibrillatori e il progetto per la prevenzione dello screening del colon retto che si sta attuando nel pieno rispetto dei piani sanitari regionali”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 136 volte, 1 oggi)