CAMPLI – Lo sfratto esecutivo è stato l’occasione per entrare in un’abitazione e trovare al suo interno 100 grammi di hashish. L’operazione, effettuata stamattina a Campli dalla Polizia Giudiziaria in collaborazione con i Carabinieri della locale stazione, guidati dal luogotenente Marino Capponi, e il Nucleo Operativo di Alba Adriatica con il capitano Pompeo Quagliozzi, ha portato all’arresto di un marocchino pregiudicato di 30 anni, Mounir Ben Hassoun, da tempo tenuto sotto controllo dalle forze dell’ordine.

Alcuni minorenni del posto infatti avevano segnalato ai Carabinieri di essere stati avvicinati dall’extracomunitario, il quale aveva proposto loro l’acquisto di “fumo” di ottima qualità proveniente dal Marocco. Un’intenzione di spaccio che però non si era verificata. I militari hanno così cominciato a tenere d’occhio l’uomo, cercando un’occasione propizia per avvicinarlo e coglierlo in flagranza di reato. La svolta si è avuta stamattina, quando l’ufficiale giudiziario ha richiesto l’intervento dei Carabinieri per eseguire lo sfratto esecutivo a carico del nordafricano.

I militari dell’Arma sono così riusciti ad entrare nell’abitazione e ad effettuare una perquisizione. Sono stati trovati 100 grammi di hashish e per l’uomo è scattato l’arresto per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 326 volte, 1 oggi)